Martedì, 28 Novembre 2017 18:55

The Bodyguard - Teatro Sistina (Roma)

Prende spunto dal cosiddetto “stalking”, piaga sociale balzata tristemente e prepotentemente alle cronache dei nostri giorni. È da questo “reato” (giusto chiamare le cose con il proprio nome), nesso involontario con i tempi odierni, che origina - per poi dipanarsi in tutt’altre e più romantiche atmosfere - l’impianto drammaturgico del musical “The Bodyguard”, in scena al Teatro Sistina fino al prossimo 3 dicembre. Federico Bellone, giovane ed affermato regista, porta in scena una brillante e ben riuscita trasposizione teatrale di quello che nel 1992 fu un film di grande successo, con protagonisti l’indimenticata Whitney Houston e Kevin Costner.

Dal 12 ottobre al 26 novembre. A quarantatré anni di distanza dal suo debutto, torna nei teatri italiani “Aggiungi un posto a tavola”, commedia musicale scritta da Garinei e Giovannini con le musiche di Armando Trovajoli e le coreografie di Gino Landi. Ispirata a “After me, the deluge”, di David Forrest, vede nelle vesti del protagonista Gianluca Guidi che, alla sua seconda edizione, raccoglie il testimone da papà Johnny Dorelli. Rappresentata per la prima volta nel 1974, la commedia ha avuto grandissimo successo e si è affermata anche sulla scena internazionale con oltre 30 edizioni e circa 15 milioni di spettatori. In occasione dell’ottantesimo compleanno del Teatro Brancaccio, Alessandro Longobardi raccoglie la sfida e la riporta in scena con una produzione grandiosa e di notevole impegno.

Sabato, 21 Ottobre 2017 20:19

Grease - Teatro Sistina (Roma)

Dal 14 al 29 ottobre. Sono tornati Pink Ladies e T-Birds! “Grease”, prima film-icona con John Travolta e Olivia Newton John, poi Musical dei Record in Italia, è di nuovo in scena al Teatro Sistina di Roma sempre con la regia di Saverio Marconi. Un nuovo adattamento per festeggiare il 20° compleanno: energia, colori, amori, hit intramontabili eseguite dal vivo, il fascino degli anni Cinquanta e tanta voglia di ballare.

Dal 1 al 12 febbraio. La Compagnia della Rancia, con la regia di Saverio Marconi, torna al Teatro Brancaccio di Roma con il suo “Sister Act, Il Musical”, riduzione teatrale del fortunato film “Sister Act” con Whoopi Goldberg. Una storia piena di ritmo, tra gangster e novizie, rosari, inseguimenti e colpi di scena: 25 splendidi brani musicali, , coreografie frizzanti, centinaia di costumi e imponenti scenografie, 23 grandissimi talenti tra cui Belia Martin nel ruolo della spumeggiante e incontenibile Deloris Van Cartier, Pino Strabioli nei panni di Monsignor O’Hara, Jacqueline Maria Ferry, una rigorosa e luminosa Madre Superiora e la special guest, Suor Cristina, che si alterna con la bravissima Veronica Appeddu nel ruolo della novizia Suor Maria Roberta.

Sabato, 27 Febbraio 2016 12:09

Next to Normal - Teatro della Luna (Milano)

Musica, voci intonate e tanto, tantissimo Xanax. Arriva anche a Milano l’opera rock "Next to Normal", quasi normale come la famiglia americana protagonista, con una madre bipolare e una casa piena di psicofarmaci e medicinali. Tutto a tempo di rock.

Lunedì, 21 Dicembre 2015 20:21

Sister Act - Teatro Brancaccio (Roma)

Dal 10 dicembre al 24 gennaio. Entusiasmo contagioso al Teatro Brancaccio dove ha debuttato la versione italiana di «Sister Act», uno spettacolo scoppiettante animato da un ensemble di ventidue performers di grande livello. A primeggiare è la protagonista Belìa Martin, affiancata dal bravissimo Pino Strabioli, nei panni di Monsignor O’Hara, e da un’incredibile suor Cristina, che in scena è la timida suor Maria Roberta. La regia è di Saverio Marconi.

Martedì, 29 Settembre 2015 20:12

Nunsense - Teatro de’ Servi (Roma)

Tutta colpa di un potage di lumache al finocchio se nel convento del Certosino Zelo si contano 52 sorelle scomparse. I soldi sono finiti e per quattro di loro non è stato neppure possibile celebrare un degno funerale. Sono attualmente conservate nel congelatore. Ma le “amiche di Maria” non si danno per vinte e decidono di mettere in scena uno spettacolo per raccogliere fondi e poter donar loro una giusta sepoltura. Queste le premesse di "Nunsense" che tra imprevisti e il fascino coinvolgente dei riflettori porta in scena le consorelle dal 22 settembre all’ 11 ottobre al Teatro de’ Servi con la regia e le coreografie di Fabrizio Angelini.

Ad aprire la stagione del Teatro de’ Servi, il 22 settembre, la Compagnia dell’Alba che riprende uno dei suoi cavalli di battaglia: NUNSENSE, di Dan Goggin. Fabrizio Angelini ne firma ancora una volta adattamento e regia in collaborazione con Gianfranco Vergoni, con la regia associata di Alessia de Guglielmo e la direzione musicale di Gabriele de Guglielmo. In scena Laura Del Ciotto, Carolina Ciampoli, Monja Marrone, Alberta Cipriani, Edilge Di Stefano, Giorgia Bellomo, Valentina Di Deo. Lo spettacolo è co-prodotto dal Teatro Stabile d’Abruzzo.

In giro per i palcoscenici d’Italia da ben diciotto anni, "Grease", noto anche come il musical dei record, approda al Teatro Brancaccio, dove rimarrà in scena fino al 17 maggio, dopo le scintillanti repliche al Teatro della Luna di Milano. Un cast eccellente è alla base del successo di questo spettacolo storico, che è stato parzialmente rinfrescato affinché possa essere sempre all’altezza delle aspettative. Perfetta la regia di Saverio Marconi.

Dal 2 all'8 dicembre. Un musical originale che smentisce l’idea che questo genere di spettacolo sia solo di matrice anglosassone. Noto per l’inizio che è poi anche la conclusione, un refrain diventato quasi un modo di dire, dietro l’aria scanzonata cela l’impegno della metà degli Anni Settanta, per certi versi precursore di battaglie sociali e civili. E’ un inno alla libertà del cuore e alla consapevolezza delle scelte, oltre i precetti e i pregiudizi da entrambe le parti, una par condicio ante litteram, singolare. Lo spettacolo, che nella versione attuale presenta qualche attualizzazione, privilegia l’interpretazione e la musica - interamente cantata dal vivo - rispetto alla macchina scenica che a volte domina con lo sfavillio questo genere teatrale. Animato da un grande ritmo coinvolge senza mai far accusare la stanchezza dimostrando la modernità del musical, che spesso ci appare datato. La regia interpreta la migliore tradizione della commedia all’italiana, che con il sorriso racconta problemi e crucci, vizi e drammi della società. Resta infine una lode al potere della musica e dell’arte.

TOP