Al Roma Fringe Festival 2015, in attesa della finalissima del 5 luglio, riflettori puntati sulla “Scena Romana”, una selezione degli spettacoli più rappresentativi della stagione appena conclusa proposti dalle realtà più interessanti e vivaci del teatro indipendente della capitale: Teatro Studio Uno, Teatro Dell’Orologio, Teatro Argot Studio, Teatro Tordinona, Carrozzerie n.o.t. e Teatro e Critica Webzine.

Sarà in scena dal 1 al 14 dicembre 2014 al Teatro dell’Orologio, la settima edizione di EXIT - Emergenze Per Identità Teatrali. Sette anni in scena, più di 70 spettacoli allestiti, innumerevoli gli attori, importanti media partner, tantissimi artisti coinvolti e migliaia di spettatori, storici sostenitori e nuovi curiosi che ogni anno scoprono o si fidelizzano con quella che ormai è una delle realtà teatrali più importanti nel panorama teatrale italiano. Exit è ideata e realizzata dalle compagnie aderenti alla Fed.It.Art. Federazione Italiana Artisti.

Lunedì, 18 Novembre 2013 20:56

Buca di sabbia - Teatro dei Conciatori (Roma)

Dal 12 al 24 novembre al Teatro dei Conciatori va in scena un testo delicato e divertente di un autore polacco, Micha Walczak, che tratta delle dinamiche e del progressivo costruirsi di una storia di simpatia che nasce tra due bambini, ma rispecchia in proiezione il mondo degli adulti e le difficoltà e le incomprensioni che sorgono nelle coppie comuni.

Sarà in scena al Teatro dei Conciatori dal 12 al 24 novembre 2013 lo spettacolo "Buca di sabbia" di Micha Walczak, regia di Gabriele Linari, con Sabrina Todaro e Tony Allotta; movimento scenico Elisabetta di Fonzo.

Lunedì, 10 Dicembre 2012 21:09

Animali - Teatro dell’Orologio (Roma)

Gli animali. Chi di noi osservando le persone nella vita di tutti i giorni non ha mai pensato alla rassomiglianza con gli animali? Due donne che parlano spesso sembrano due galline, alcuni ragazzi in “branco” assomigliano a scimmie, i dipendenti dal caffè a pulci impazzite… L’universo messo in scena in questo spettacolo è proprio quello di uomini-animali; uno zoo variopinto, divertente, una nuova cornice con cui delimitare i “tipi” umani.

Gabriele Linari

E con i saggi è iniziato il mio percorso da regista…e camminare, camminare, camminare, perché è davvero brutto vedere sul palco un Amleto che non sa camminare, un Otello rigido, una Giulietta con la schiena bloccata…Il motto che mi spendo sempre all'inizio di un laboratorio è: il teatro è una sinfonia di persone che entrano in una stanza…Da come entri in una stanza si capisce chi sei e che problemi hai…

Gabriele Linari

“Lettera al padre” di Franz Kafka, nell’adattamento teatrale di Gabriele Linari, torna in scena a Roma, al Circolo degli Artisti. Un’opera che ha una storia lunga e complessa: va in scena dal 2004 ed ha entusiasmato centinaia di spettatori. Un testo letterario bellissimo e intenso che nella versione teatrale trova una sua specifica natura ed un taglio che, sebbene fosse già insito allo stato embrionale nel racconto epistolare, sulla scena esplode in tutta la potenza del dolore, dell’inadeguatezza, dell’impotenza, del vivere sempre all’ombra e non riuscire ad essere se stessi, quello che si sente.

TOP