A teatro ci siamo conosciute, quindi ritrovate e poi tornate in questa passeggiata romana. Ho incontrato Francesca Romana Miceli Picardi nella sua terra, la Calabria, a Castrovillari, in occasione dell’edizione 2016 del Calabbria Teatro Festival dove è stata presente come regista e interprete di “Scompaio” (recensito su queste pagine). Quando le ho chiesto quale teatro di Roma avesse voluto raccontarmi, non ha avuto dubbio nel portarmi al Tor di IX che nasce ed è da sempre un Teatro, conosciuto anche come Sala Pirandello, e porta il nome di uno dei più importanti teatri romani distrutto nel 1889 che era conosciuto anche come Teatro Apollo-Tordinona. Nasce, mi ha raccontato, dalla demolizione di edifici pregressi di case popolari e acquista la sua notorietà grazie a Renato Giordano, regista e direttore artistico del teatro. A lui si devono infatti la regia e la presenza nel teatro di spettacoli come “Spoon River” con Mariangela Melato e Michele Placido, ma anche “Satyricon” con Peppe Barra o il “Decamerone” con Albertazzi e Placido; e, ancora, “In Ricordo” con Catherine Deneuve e Michele Placido. La direzione del Tor di IX passa in mano ad Ulisse Benedetti subito dopo la chiusura del Teatro Colosseo allorchè il beat72, nato per volontà di Benedetti, si sposta appunto al Tor di IX.

È andato in scena, al Teatro Tordinona, dall’11 al 16 ottobre, “Io che volevo Virginia Woolf”, un atto unico irriverente, ironico e completamente autobiografico. Una donna di 40 anni che ripercorre il suo "cammino": da etero sedicenne convinta fino alla sua vera essenza: lesbica, libera e viva. Una storia che abbraccia dilemmi sessuali, dicotomie erotico-sentimentali, per poi arrivare al suo cuore pulsante: l'amore.

Lunedì, 22 Febbraio 2016 21:20

Mi sveglio già pettinata - Teatro Duse (Roma)

Il 29, 30 e 31 gennaio e il 5, 6 e 7 febbraio è andato in scena al Teatro Duse "Mi sveglio già pettinata" un testo scritto e interpretato da Manola Rotunno, per la regia di Leonardo Buttaroni, con scenografie di Paolo Carbone e assistenti alla regia Francesca Romana Miceli Picardi e Marta Marsili. L’interprete è pirotecnica nel suo monologo notturno che comincia dalle liste che scriveva da bambina. Versatile, in un piccolo spettacolo, un gioiellino di fattura, che merita un futuro. Deve decidere se condensarsi e diventare ironico e lirico monologo di ricordi di un’infanzia che nessuno ha creduto, sospeso sul sogno che resta possibilità di aggirare la morte; o, al contrario, distendersi per diventare quasi un cabaret, quadri e figure diverse, giocando sui personaggi e i dialetti che l’attrice interpreta, instancabile, tra up and down emotivi, dai versanti comici alle punte liriche.

Sabato, 17 Ottobre 2015 15:19

"Scompaio" - Teatro Sybaris (Castrovillari)

Testo incisivo, toccante, spiazzante. Due storie parallele che si incrociano e si scoprono profondamente intrecciate, il rapporto simbiotico per eccellenza, talora per questo un groviglio inestricabile per entrambi i poli. Storia di ordinaria incomprensione al femminile, dolore e strana, straniante poesia. Un modo originale di affrontare il disagio sociale, la gabbia dei ruoli sociali, la solitudine. Interpretazione convincente, emozionata e coinvolgente con una cura nei particolari dagli attrezzi di scena ai costumi.

Dopo la serata d’apertura che ha visto sul palco gli Artisti 7607 con Claudio Santamaria, Paola Minaccioni, Cinzia Mascoli, Mimosa Campironi, Alberto Molinari, North Sentinel, Pier Cortese, Roberta Carrese e molti altri ospiti...il Roma Fringe Festival 2015 nei giardini di Castel Sant'Angelo dà il via alla programmazione ufficiale con i primi 16 spettacoli in scena dal 31 maggio al 5 giugno. Evento gratuito, sabato 6 giugno con Massimo Wertmuller in "Il Pellegrino" di Pierpaolo Palladino.

Debutta a Roma dal 2 al 6 aprile, al Teatro 'Lo Spazio' il testo/inchiesta sull’omosessualità e il femminicidio scritto da Betta Cianchini, con protagonista Francesca Romana Miceli Picardi e Laura Jacobbi alla regia.

Francesca Romana Miceli Picardi

Giovedì 14 luglio approda al Gay Village di Roma il nuovo spettacolo, ironico, intenso e commovente, della regista calabrese Francesca Romana Miceli Picardi, intitolato "Chi è senza paura scagli la prima pinzetta"; l’abbiamo incontrata per conoscerla meglio e farci svelare qualche dettaglio in più su questa storia rigorosamente al femminile. Ne è scaturito un ritratto a tutto tondo di un’artista coraggiosa, originale, istintiva e assolutamente fiduciosa nella forza del teatro di cambiare le cose, rinnovando l’individuo e la società.

TOP