Domenica, 15 Marzo 2015 21:57

Il Don Giovanni - Teatro Argentina (Roma)

E' andato in scena al Teatro Argentina di Roma e sta per approdare al Teatro Carignano di Torino, il Don Giovanni assolutamente fuori dagli schemi, provocatorio ed irriverente di Filippo Timi. Prodotto dal Teatro Franco Parenti di Milano in sinergia con il Teatro Stabile dell'Umbria, lo spettacolo ad oltre due anni dal debutto meneghino giunge finalmente a Roma, preceduto dagli applausi osannanti di un pubblico ormai appassionatamente devoto ai divertissement timiani e dagli strali feroci di una critica a tratti decisamente inclemente nei suoi confronti. In una baraonda di caustica ironia, maliziosa sensualità, costumi sgargianti e scenografie opulente, l'incontenibile estro creativo e registico dell'istrionico mattatore esplode in una summa perfetta del suo teatro, che non ammette posizioni interlocutorie: amore incondizionato o ripulsa senza remora alcuna.

Dal 3 al 15 marzo al Teatro Argentina va in scena il mito di Don Giovanni, né secondo Molière né secondo Mozart, ma secondo Filippo Timi che riscrive e interpreta la celebre opera venando il personaggio libertino di humor nero e di grande vitalità. Con spezzature, metafore, allusioni e ironie, l’attore e regista perugino presenta IL DON GIOVANNI. Vivere è un abuso, mai un diritto per raccontare il prototipo di una umanità volubile che ha fame di potere, che ama la mistificazione e l’autoinganno perché sa che è condannata ad estinguersi.

Sette incontri tra storia e arte al Teatro Argentina dall’11 gennaio al 19 aprile (ore 11) con i quali il Teatro di Roma, in collaborazione con la Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale, racconterà Roma, la sua grandezza e la sua storia, oltre che la ricchezza e l’unicità del suo straordinario patrimonio archeologico e dell’immaginario contenuto nei “frammenti” della città antica. Un passato che torna nel presente attraverso un ciclo di sette incontri ad ingresso libero dal titolo LUCE SULL’ARCHEOLOGIA per regalare emozioni, scoperte e conoscenza, contribuendo alla valorizzazione e alla tutela del nostro patrimonio da custodire e tramandare come traguardo di cultura.

Alla scoperta della ricchissima stagione 2014/2015 del Teatro Argentina, in un magistrale equilibrio tra tradizione e innovazione. Ecco tutti gli spettacoli in cartellone.

Il Teatro Franco Parenti di Milano ha presentato la nuova stagione 2014-2015, che attraversa l’intero anno per arrivare all’Expo; è un piccolo cambiamento, un segno, insieme a molti altri, di come il Teatro si trasformi, cominci a fare cose diverse per rispondere alla crisi ed incidere sulla stessa. Non è un caso infatti, che la campagna abbonamenti si apra con le ben note parole di Einstein: “non possiamo pretendere che le cose cambino se continuiamo a fare le stesse cose(..). E’ nella crisi che sorge l’inventiva (…) e l’unica crisi pericolosa è la tragedia di non volere lottare per superarla.

Domenica, 30 Marzo 2014 19:00

Skianto - Teatro Franco Parenti (Milano)

In prima nazionale, al Teatro Franco Parenti di Milano, dal 24 marzo al 6 aprile, va in scena "Skianto", uno spettacolo in due atti di e con Filippo Timi; un monologo in dialetto umbro e in parte autobiografico, che riporta l’eclettico artista alle origini, quelle di “La vita bestia” (2005) con la regia di Barberio Corsetti, una riduzione teatrale di “Tutt'al più muoio”, scritto insieme a Edoardo Albinati e pubblicato da Fandango (2006). Come Artaud scriveva per gli analfabeti, Timi qui sembra dar voce a chi, per ragioni diverse, ha murato voce, pensieri e sentimenti, all’interno del proprio corpo.

Ritorna Filippo Timi a Milano, al Teatro Franco Parenti , con il Don Giovanni, applaudito da oltre 50.000 spettatori in Italia ed un nuovo spettacolo, Skianto, con una evocativa K anni '80.

Dal 27 febbraio al 27 marzo. Filippo Timi, è noto, ha un debole per Carmelo Bene. Il Maestro salentino concluse una celebre puntata del Costanzo Show con questa lapide: “Dell'uomo mi interessa l'eccesso”. Al che un omone sboccato, dal fondo della platea, irruppe con un sonoro: “CESSO!”. Certamente Timi ha seguito con attenzione quella performance in tv; può darsi che l'idea di introdurre un water, come elemento scenografico durante lo spettacolo, gli sia venuta proprio pensando a quell'esilarante scambio di battute al Teatro Parioli. Certo è che l'artista Timi è particolarmente attratto dal tema dell'eccesso.

Venerdì, 23 Novembre 2012 09:33

Amleto² - Teatro Ambra Jovinelli (Roma)

Amleto Flippo TimiDal 15 al 25 novembre. Rappresentato per la prima volta nel 2009, torna sul palcoscenico dell’Ambra Jovinelli di Roma l’Amleto dell’istrionico e straripante Filippo Timi. Una rilettura dove ogni gesto o parola diventa gioco e voce personale, provocazione intelligente, “hellzapoppin’” ad alta gradazione di divertimento. Che fa ridere e ridere, anche quando non dovrebbe.

Sabato, 10 Novembre 2012 17:44

Amleto² - Teatro Franco Parenti (Milano)

Amleto2

Dal 6 all’11 novembre. Alla Sala Grande del Teatro Franco Parenti è arrivato il secondo appuntamento del Progetto Amleto, voluto per festeggiare la quarantesima stagione e perché di Shakespeare tanti hanno creato infinite riscritture e interpretazioni. Franco Parenti e Andrée Ruth Shammah diedero vita al Teatro Pier Lombardo quattro decenni or sono proprio con “L’Ambleto” di Giovanni Testori, scritto dal grande autore milanese proprio per far sì che la giovane coppia teatrale ne producesse una messa in scena inaugurale. Deve aver portato bene, visti i risultati. Parenti ha vissuto qui fino alla fine, la Shammah ha creato una Fondazione e un multisala teatrale, con bar, ristorante, happening e mostre d’arte, un vero polo di attrazione culturale per gli abitanti del quartiere e per chiunque voglia dirigersi in zona. E, di recente, un artista chiamato Filippo Timi è diventato la star incontrastata del pubblico, che lo adora, lo reclama e si reca in massa a vedergli fare qualsiasi cosa.

Pagina 2 di 3
TOP