Fino al 7 maggio. Ispirandosi al romanzo di fine ottocento di Henry James, Giancarlo Sepe, con fantasia ed esperienza, porta in scena uno spettacolo corale in cui movimenti, musiche, luci, coreografie, costumi e trucco sono insostituibili ingranaggi di un disegno generale minuziosamente costruito ed esteticamente rappresentativo. Attraverso azione e musica, “Washington Square” è una ballata d’amore e morte che sottende una tagliente critica sociale.

Lunedì, 02 Novembre 2015 21:40

Sudori Freddi - Teatro La Comunità (Roma)

Giancarlo Sepe torna in scena al Teatro La Comunità di Roma, con “Sudori Freddi”: “la disperata, asimmetrica e ironica ricostruzione di un delitto passionale, senza passione, ideato da un pazzo ventriloquo, con l'aiuto di una donna fantasma e di un uomo affetto da vorticose vertigini...". Uno spettacolo sull'amore impossibile, l'amore cercato, voluto, negato dalla morte e non solo. La mise en scene rende omaggio a due indiscussi maestri del genere noir del ‘900 come Pierre Boileau e Thomas Narcejac, ispiratori del mago del brivido Alfred Hitchcock per numerose sceneggiature, una su tutte quella di “Vertigo - La donna che visse due volte”, con la riuscita ambizione di esprimere tutti i desideri sotterranei mai rivelati dal regista nei suoi film.

Dopo 39 edizioni, 377 repliche e oltre 370mila spettatori-clienti, nei teatri e nei luoghi più significativi della tradizione italiana e dei festival internazionali, Dignità Autonome di Prostituzione, il sorprendete spettacolo di Luciano Melchionna scritto a quattro mani con Betta Cianchini, muove verso il suo ritorno a Roma per un evento straordinario a Cinecittà.

Il buon teatro di una volta, curato nelle scene e specialmente nella colonna sonora; costumi che non lesinano l’attenzione al particolare; valida interpretazione corale degli attori. Giuliana Lojodice si conferma una vera signora del teatro. E’ la recitazione dove protagonisti indiscussi sono la voce e la mimica più che gesti, grida e grandi prestazioni fisiche. Il testo, pur in alcuni aspetti datato, si gusta ampiamente, “ruminato” dagli attori: dialoghi ben scritti, temi attuali del rapporto complesso madri-figlie e del denaro come grande regolatore delle relazioni umane.

Dopo aver debuttato in prima nazionale il 17 ottobre al Teatro Traiano di Civitavecchia, "La professione della signora Warren" approda all’Eliseo, inaugurandone la stagione di prosa. Repliche fino al 9 novembre.

Giovedì, 26 Dicembre 2013 10:16

Amletò - Teatro La Comunità (Roma)

Giancarlo Sepe ha creato "Amleto' (gravi incomprensioni all'Hotel du Nord)" per omaggiare Marcel Carné, l'autore di "Porto delle nebbie", "Alba tragica", "Les Enfants du Paradis" e appunto di "Hotel du Nord". Un Amleto giocato, viziato, strutturato, affabulato e scherzato. Un intrigo di passioni e vendette, di amori e sospiri con sullo sfondo le musiche di Ravel, Prokofiev, Faurè e le Foglie Morte (con la collaborazione alle musiche di Davide Mastrogiovanni). Una scenografia alla Alexandre Trauner (realizzata da Carlo De Marino e Matteo Zenardi) e una lingua che insegue le assonanze di un idioma 'francese' completamente inventato, un Grammelot che ruggisce e amoreggia con i personaggi in un gioco di fonìe divertenti e drammatiche.

Favole di Oscar Wilde

Il Teatro La Comunità, inconsueto spazio incastonato nel cuore di Trastevere, che per oltre quarant’anni ha costituito il fulcro della ricerca e sperimentazione teatrale di Giancarlo Sepe, risorge finalmente a nuova vita tornando ad ospitare lo spettacolo “Favole di Oscar Wilde” che all’inizio dello scorso decennio fu accolto da uno straordinario successo raggiungendo le 440 repliche. La cifra stilistica del regista casertano, fortemente immaginifica e densa di contaminazioni tra drammaturgia ed altri linguaggi espressivi - in primo luogo ineffabili suggestioni musicali e visive – si concretizza in una performance site-specific dall’impatto emozionale dirompente e dalla pregiata ricercatezza, incarnata da sei giovani attori di indiscutibile carisma e sensibilità interpretativa.

TOP