Venerdì, 09 Dicembre 2016 12:23

Amorosi assassini - Teatro Libero (Milano)

Valeria Perdonò ha scritto la drammaturgia dello spettacolo “Amorosi assassini” ispirandosi al libro omonimo di autori vari pubblicato da Laterza nel 2008, che raccoglie testimonianze di 13 giornaliste e scrittrici su altrettanti casi di femminicidio accaduti nel 2006. Lo spettacolo, andato in scena al Teatro Libero, si basa su una serie di considerazioni che la donna fa su un palcoscenico con arredi essenziali, interloquendo di tanto in tanto con un pianista che l’ascolta e talora interviene con qualche breve battuta in risposta a quanto la donna gli chiede. Motivo iniziale del racconto è la storia di Francesca Baleani, l’unico caso di donna scampata all’omicidio, che il primo marito aveva cercato di uccidere in modo barbaro. La donna appartiene a una sfera sociale benestante e culturalmente elevata. Questo a contraddire il luogo comune che i casi di femminicidio accadano solo negli ambienti più depressi, caratterizzati da situazioni socio-culturali infauste.

TOP