Fabrizio Corgnati

Articoli di Fabrizio Corgnati

I Captain Mantell tornano con il quinto album "Bliss" edallo space electro punk virano verso un'antologia del migliore rock and roll degli ultimi decenni.

L'erede italiana di Tori Amos, Amanda Palmer, Regina Spektor: è la vercellese Carlotta Sillano, in arte Carlot-ta, che torna con il piccolo gioiello bucolico "Songs of Mountain Stream".

Pupo in un brano indie? Un'apparente follia di cui potevano essere capaci solo gli aretini Telesplash, che hanno coinvolto il loro noto conterraneo in un duetto, su una nuova versione della loro "Freddo".

I Giardini di Chernobyl nascono nel febbraio del 2014 e appena cinque mesi più tardi iniziano le registrazioni del loro primo lavoro con Giulio Ragno Favero (bassista e produttore de Il Teatro degli Orrori) presso il Lignum Studio, lo stesso dove Il Teatro degli Orrori e gli Afterhours hanno prodotto il brano “Dea” per il remake dell‘album “Hai Paura del Buio?”.

"Guardare lontano". Per i Ghost non è solo il titolo dell'ultimo album, ma uno stile di vita: partecipare, "condividere emozioni", per usare le loro parole, come antidoto alla crisi, non solo economica ma anche culturale e sociale.

Un titolo che più didascalico non si poteva. "Paura", il nuovo album di Felpa (alias Daniele Carretti, ex Offlaga Disco Pax), parla appunto della paura.

Giovedì, 15 Gennaio 2015 15:10

MATINEE - These Days (Neon Tetra Music, 2014)

"These Days" è l'album di debutto dei Matinée, band italiana emigrata in Inghilterra: un indie rock non troppo indie, un brit-pop non troppo brit.

Mercoledì, 14 Gennaio 2015 16:27

BOXED IN - Boxed in (Nettwerk, 2015)

"Boxed In" è il primo album del progetto omonimo del producer inglese Oli Bayston: un disco interamente elettronico, fatto di canzoni talmente belle che avrebbero funzionato meglio in acustico.

SaltinAria.it ha incontrato, alla presentazione del suo nuovo tour italiano, la leggenda del folk James Taylor: 100 milioni di album venduti, 40 dischi d'oro, cinque Grammy Awards, inserito nella Rock'n'Roll Hall of fame e tra i 100 più grandi artisti di tutti i tempi da "Rolling Stone". Un colloquio a cavallo tra musica e attualità, tra la sua amata Italia e il mondo sull'orlo di un drammatico scontro di civiltà.

Lo ha spiegato la stessa autrice Sabina Guzzanti nell'incontro con il pubblico dopo la proiezione: "Non è un film sulla mafia". In "La trattativa" non troverete padrini, capi dei capi o piovre.

TOP