Fabrizio Corgnati

Articoli di Fabrizio Corgnati

L'ultimo album dei Kaufman, "Le tempeste che abbiamo", è un disco dai testi incomprensibili e dalle melodie deboli, che si ispira agli Smiths ma finisce per assomigliare più agli Zeroassoluto.

Venerdì, 14 Novembre 2014 16:31

L'amante - Teatro Kopò (Roma)

Dal 13 al 16 novembre, il piccolo teatro Kopò ospita uno dei capolavori del maestro del teatro del '900, Harold Pinter, nell'eccezionale interpretazione di Davide Mancini e Angela Ciaburri. In "L'amante" l'occhio del premio Nobel è puntato verso la dissoluzione dei rapporti di coppia nel matrimonio.

Il giorno dopo l'uscita ufficiale del loro nuovo album "Fame", Matteo De Simone (voce e basso), Federico Puttilli (chitarra) e Alessio Sanfilippo (batteria), alias i Nadàr Solo, ce lo presentano in questa video-intervista che anticipa l'inizio del loro tour invernale.

Il disco di esordio di Non Giovanni, "Ho deciso di restare in Italia", abbina alle orecchiabili melodie alla Lucio Battisti un sound fresco che combina synth e archi.

"Il suono analogico cova la sua vendetta". Il titolo del primo ep dei Santa Margaret è anche una dichiarazione di intenti.

Mercoledì, 12 Novembre 2014 17:01

ABBA ZABBA - Sereno (Jestrai, 2014)

Con il suo quarto lavoro, l'Ep "Sereno", Abba Zabba, alias Alessandro Giorgiutti, scopre finalmente la sua essenza cantautorale, tra Lucio Dalla e Ivano Fossati.

Il ritorno dei Casa del mirto: con il nuovo album "Still" il trio trentino sperimenta generi che partendo dall'elettronica arrivano ad assumere sfumature r'n'b o new wave. In questa intervista ci raccontano le scelte stilistiche e compositive del disco e del tour invernale che è in partenza.

I Mach Shau, nel loro Ep "Things Happen In Winter", suonano come avrebbero suonato i Beatles se si fossero formati negli anni '90.

Martedì, 11 Novembre 2014 18:27

NADAR SOLO - Fame (Massive arts, 2014)

Esce oggi, 11 novembre, il quarto album dei Nadàr Solo, "Fame": un disco dalla doppia anima, dove pezzi più solari e speranzosi si alternano a efficaci ritratti di sofferenza.

Un album senza tempo fin dal nome (quello di una tribù che non conosce questo concetto) "Amondawa" dei Blooming Iris. Come senza tempo è il rock, per quanto arricchito da sonorità elettroniche, della band romana. Ce lo presentano in questa video-intervista.

TOP