A Nola il più grande riconoscimento all'Arte e alla Cultura

L’evento nella Sala dei Medaglioni del Palazzo Vescovile:
Cerimonia di premiazione dell’undicesima edizione del
Premio Internazionale Artistico e Letterario Napoli Cultural Classic

Un Percorso artistico contemporaneo:
Apertura della XVI edizione del Festival Napoli Cultural Classic
dedicato alla scrittura, al cinema, alla moda e alle eccellenze

Più di 100 autori, poeti e artisti di rilievo internazionale:
80 opere selezionate, saranno le protagoniste di una serata partenopea di riflessione e di analisi


Venerdì 06 maggio ore 18:00
Sala dei Medaglioni del Palazzo Vescovile
via San Felice, Nola (NA)

Nella magica cornice partenopea, all’interno degli spazi storici del Palazzo Vescovile, s’inaugura la nuova edizione del premio internazionale dedicato all’arte, alla cultura e alla poesia. Più di 450 opere presentate da tutto il mondo, di cui 80 componenti selezionati che raccontano l’universo multiculturale che si oppone decisamente allo scenario internazionale attuale.

Nola, 06 maggio 2016 – Prende il via la XVI edizione del Festival Napoli Cultural Classic a cura del consiglio direttivo dell’Associazione, composto dal presidente e avv. Carmine Ardolino e dai consiglieri Anna Bruno, Antonio Russo, Raffaele Napolitano, Katiuscia Verlingieri, Giovanni Alvino e Diodata Ardolino.
L’apertura si svolgerà nella Sala dei Medaglioni del Palazzo Vescovile in Nola, via San Felice, alle ore 18.00 di venerdì 6 maggio, dedicata alla Cerimonia di premiazione dei vincitori dell'undicesima edizione del Concorso Internazionale Artistico Letterario organizzato e coordinato dal consigliere Anna Bruno, che si avvale dei prestigiosi patrocini della Diocesi di Nola e del Progetto Culturale, oltre che della collaborazione dell'associazione l'Aurora Cultura di Somma Vesuviana. Continua il gemellaggio con incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo a cura di Alfonso Bottone che, nel corso della Cerimonia, premierà un’opera edita.

Il concorso è per opere inedite; si articola complessivamente in quindici sezioni e si rivolge anche ai Giovani e agli Studenti.

A cura del consigliere, ancora una volta la pubblicazione di un’Antologia del Premio edita dalla casa editrice Iod, che dia visibilità alle opere selezionate, impreziosita dalla partecipazione straordinaria dell'artista Patricia Glee Smith; dell'attore Aldo Manfredi; degli scrittori Alfonso Bottone e Pietro Damiano. In Antologia, anche l'inserimento delle opere vincitrici del Concorso La Montagna che cresce organizzato per le Scuole di Somma Vesuviana dall'Aurora Cultura in collaborazione con la Napoli Cultural Classic (www.culturalclassic.it).

Un’ulteriore sezione su invito è dedicata a opere edite e vede premiati: “Fatti di camorra” di Giancarlo Siani (Iod edizioni); “Anarchia d'amore” di Gerardo Sinatore (Edizioni Studio 12); “Un cuoco contadino, i volti della sua terra” di Pietro Parisi (Marotta&Cafiero editori); “Doppia trappola” di Francesco Saccente (Adda Editore); “In honorem domus divinae. Introduzione allo studio dei Cicli Statuari Giulio claudii a Roma e in Occidente” di Mario Cesarano (Edizioni QUASAR).

La Giuria del Premio, preseduta dall’esimio professor Don Lino D’Onofrio, vede la presenza dei proff. Regina Célia Pereira da Silva e Vincenzo De Luca; dell' architetto Jimmy Devastato; del fotografo Pino Galasso; degli avvocati Federico De Luca e Antonio Masullo; degli scrittori, poeti e operatori culturali: Anna Bruno, Pietro Damiano, Ferdinando Forino, Claudio Perillo e Giuseppe Vetromile.

La cerimonia sarà presentata dall'attrice Gigliola De Feo, con la direzione artistica del consigliere Anna Bruno. Accompagnati dalla chitarra del maestro Antonio Marotta, a declamare le opere vincitrici saranno due giovani attori: Aldo Manfredi e Vincenzo Vivenzio. Il giovane attore Fabio Toscano collaborerà nelle vesti di valletto e premiatore.

“L’arte italiana e internazionale come un fenomeno tutto da scoprire e da riscoprire, raccontandone le tendenze, le contaminazioni e le tradizioni, attraverso un background multiculturale e interculturale – ha dichiarato Anna Bruno consigliere per la sezione Scrittura – che va al di là dello stile e che ha l'ambizioso progetto di raccontare l’arte e i suoi protagonisti con uno sguardo deciso, catturarando momenti magici oltre la cornice, facendo dell’arte e la scrittura, un pretesto per indagare altre forme artistiche, a cui gli autori talvolta s'ispirano.”

Il festival Napoli Cultural Classic proseguirà con le serate del 14, 21 e 28 maggio 2016, dedicate rispettivamente alla moda, al cinema d’autore ed infine alle Eccellenze.

Info: dott. Giuseppe GIULIO - Ufficio Stampa e Content Manager

Behind – Universi Paralleli

Scritto da Lunedì, 25 Aprile 2016

Teatro Palladium – Università Roma Tre
piazza Bartolomeo Romano, 8 – RM
29 aprile 2016 – ore 20,30

Regia e Coreografia: Paola Sorressa
Musiche Originali: Claudio Scozzafava
Disegno Luci: Danila Blasi
Scenografie: Lucien Bruchon
Durata: 55 minuti

Produzione sostenuta da: MIBACT, Comune di Ladispoli e Mandala Dance Company

Commedia fresca, tenera con un inizio minimalista e intimista tipico della cinematografia francese, per proseguire con un lato fantasy, un po’ onirico che, pur con qualche voluta e plateale scena hollywoodiana, trasmette il messaggio chiaro di non poter fare a meno di assecondare la propria natura, lasciando un dolce sapore in bocca rispetto alla fiducia nell’amore.

Come un aquilone sull’ex Dogana

Scritto da Giovedì, 14 Aprile 2016

Il volo dell’aquilone sorvola idealmente la città fino ad arrivare su i grandi spazi dell’ex Dogana in via dello Scalo di S. Lorenzo a Roma.
Gli edifici e capannoni, realizzati nei primi anni del '900, sono un esempio di “archeologia ferroviaria”.

Sono giornate tristi per il mondo dell’architettura. Zaha Hadid ci ha lasciati…e idealmente un aquilone l’accompagna in un viaggio sopra le sue architetture: dal London Olympic Aquatic Centre, al Rosenthal Center for Contemporary Art di Cincinnati, dalla Guangzhou Opera House in Cina....
Un volo sui lavori italiani dal quartiere City Life, all'ex Fiera di Milano, fino al MAXXI di Roma.
Un piccolo omaggio ad una straordinaria donna che ha regalato al mondo grandi architetture.
Di seguito l’articolo scritto in occasione della conferenza stampa inaugurale del MAXXI con tutte le emozioni intatte di allora.

Un’edizione che vede come fil rouge il tema della donna e il suo dialogo con i bambini e con il mondo maschile, talora lo scontro, l’isolamento ma pur sempre la forza interiore, determinante quand’anche non si traduce in potere. Al centro dei film il rapporto tra generazioni, l’intreccio e la fragilità delle relazioni sentimentali e familiari, tra passato e presente, in una complessa dialettica fra tradizioni ed esigenza di modernità, di libertà.

TOP