Il Festival delle Storie - quarta edizione, dal 23 al 31 agosto, è ideato e diretto dal giornalista Vittorio Macioce. Con oltre 130 ospiti e nove giornate dense di incontri, seminari e workshop, la Valle di Comino sarà un palcoscenico da cui si racconteranno storie di ogni genere e provenienza. E la trama del Festival sarà scandita dalle carte dei tarocchi. Ogni giorno una carta, ogni giorno un luogo diverso. Ecco il programma dettagliato delle giornate del 30 e 31 agosto.

Il Festival delle Storie - quarta edizione, dal 23 al 31 agosto, è ideato e diretto dal giornalista Vittorio Macioce. Con oltre 130 ospiti e nove giornate dense di incontri, seminari e workshop, la Valle di Comino sarà un palcoscenico da cui si racconteranno storie di ogni genere e provenienza. E la trama del Festival sarà scandita dalle carte dei tarocchi. Ogni giorno una carta, ogni giorno un luogo diverso. Ecco il programma dettagliato delle giornate dal 27 al 29 agosto.

Il Festival delle Storie - quarta edizione, dal 23 al 31 agosto, è ideato e diretto dal giornalista Vittorio Macioce. Con oltre 130 ospiti e nove giornate dense di incontri, seminari e workshop, la Valle di Comino sarà un palcoscenico da cui si racconteranno storie di ogni genere e provenienza. E la trama del Festival sarà scandita dalle carte dei tarocchi. Ogni giorno una carta, ogni giorno un luogo diverso. Ecco il programma dettagliato delle giornate dal 24 al 26 agosto.

La Valle di Comino, a un’ora e mezza da Roma, Napoli e Pescara è un incrocio magico, una terra di mezzo. Ma come spesso accade nell’epica è una terra in bilico, perché pochi passi più in là comincia “Gomorra”, come se aldilà del suo confine ci fosse la parte oscura. La sfida è resistere e fuggire alla forza di gravità che spinge verso il basso, e provare a scommettere sulla propria identità, sul turismo, sulla cultura.

Il Festival delle storie - quarta edizione, dal 23 al 31 agosto, con oltre 9 giornate di incontri in altrettanti paesi della Val Comino, e oltre 130 ospiti, tra scrittori, intellettuali, giornalisti, artisti, musicisti provenienti da tutta Italia, è anche un grande laboratorio multidisciplinare per chi volesse toccare con mano l’arte del raccontare nelle sue varie forme. Tutti i laboratori si tengono presso l’ex monastero di San Nicola ad Alvito, eccetto quando diversamente indicato.

Può la cultura cambiare il destino di una terra? Molto più di quanto si pensi! La valle di Comino è un incrocio magico, una terra di mezzo, a un’ora e mezza da Roma, Napoli e Pescara. Ma come spesso accade nell’epica è una terra in bilico, perché pochi passi più in là comincia “Gomorra”, come se al di là del suo confine ci fosse la parte oscura. La sfida è resistere e fuggire alla forza di gravità che spinge verso il basso, e provare a scommettere sulla propria identità, sul turismo, sul Parco Nazionale Abruzzo Lazio Molise, sulla cultura.

TOP