Enrico Vulpiani

Articoli di Enrico Vulpiani

Al Teatro Brancaccio, Sergio Cortès, il sosia più accreditato del compianto re del pop, porta in scena, accompagnato da una band live e da un corpo di ballo, un trascinante tributo a Michael Jackson. Uno spettacolo di oltre due ore in cui si ripercorre la storia artistica del più famoso membro dei Jackson Five.

Sabato, 23 Dicembre 2017 21:09

Ragazzi di vita - Teatro Argentina (Roma)

Il regalo del Teatro Argentina per questo Natale è la riproposizione di uno dei maggiori successi della scorsa stagione, i “Ragazzi di vita” di Pier Paolo Pasolini, adattati per la scena da Emanuele Trevi e diretti da Massimo Popolizio. Uno spettacolo corale, potente ed evocativo a cui hanno già assistito circa 15.000 spettatori, numero destinato ad aumentare in modo esponenziale.

“White rabbit, red rabbit” è un esperimento teatrale e sociale dell’autore iraniano Nassim Soleimanpour. I conigli, bianchi e rossi, sono stato tradotti in 25 lingue e replicati più di mille volte in tutto il mondo. Ha avuto interpreti d’eccezione, tra cui Whoopi Goldberg e Ken Loach. Questa volta, al Teatro Vascello, è stato offerto il ruolo di cavia ad Antonio Catania che, forte della sua bravura ed esperienza, ha accettato con beata incoscienza la sfida.

Dal 28 novembre al 22 dicembre. Lillo Petrolo e Claudio Gregori, ovvero Lillo&Greg, amatissimi dal pubblico per la loro comicità surreale fin dai tempi dell’acclamata band “Latte e i suoi derivati”, tornano al Teatro Olimpico di Roma con la versione “2.0” di uno spettacolo che già sette anni fa ha riscosso un gran successo, “L’uomo che non capiva troppo”, sostenuti da un cast di livello e con tanti piccoli deliziosi cameo in video, tra cui quelli di Lorella Cuccarini e Paolo Bonolis.

Giovedì, 30 Novembre 2017 21:24

Play Hamlet - Teatro Cometa Off (Roma)

Alessandro Sena, già recensito ed apprezzato dalla nostra testata, nel 2013, per la sua riduzione teatrale della commedia grottesca “Parenti Serpenti”, torna in scena al Cometa Off con la sua interpretazione in chiave moderna dell’arcinoto Amleto, la tragedia più celebre di Shakespeare e, probabilmente, del teatro moderno. Visto che il finale è stato ormai spoilerato da secoli, l’avventura interessante è come arrivarci. Come sempre non è la meta la parte importante del viaggio, ma il percorso che si compie fin lì… comunque sia, Sena non ti fa mai abbassare lo sguardo dal finestrino, vediamo come.

Mercoledì, 22 Novembre 2017 21:19

PRIMI! (dei non eletti) - Teatro Trastevere (Roma)

Al Teatro Trastevere, dal 7 al 12 novembre, è andato in scena “PRIMI!(dei non eletti)”, scritto e diretto da Adriano Bennicelli. La pièce porta in scena quattro personaggi, quattro spaccati di esistenza sconfitta, eroi tragicomici diversissimi ma collegati e uniti insieme dal caso o dal destino, nei momenti più esilaranti e riflessivi, più intimi e surreali delle loro vite.

Per il Romaeuropa Festival, Alessandro Baricco elabora e mette in scena, al Macro Testaccio - La Pelanda, la narrazione del testo di Dario Voltolini, “Pacific Palisades”, sostenuto dall’abilità compositoria del pianista Nicola Tescari, già collaboratore di Baricco e al fianco di artisti del calibro di Rufus Wainwright, Madonna, Nouvelle Vague e Sting. Un racconto avvolgente e di suggestivo impatto emotivo.

Lo scorso giovedì 28 settembre Manuela Kustermann, direttrice artistica del Teatro Vascello, ha presentato la nuova stagione del teatro da lei diretto. Anche quest’anno, spaziando dalla prosa alla danza, passando per il teatro-musica fino alla poesia acrobatica, si preannuncia un cartellone di qualità ed eterogeneo che rende quella del Vascello una delle platee più interessanti del panorama teatrale romano.

Martedì, 03 Ottobre 2017 21:01

Finale di Partita - Teatro Eliseo (Roma)

Dal 26 settembre al 15 ottobre. Il Teatro Eliseo apre la sua nuova stagione con il surrealismo esistenziale di Samuel Beckett, Premio Nobel per la Letteratura del 1969. Glauco Mauri e Roberto Sturno sono diretti da Andrea Baracco in “Finale di partita”, uno dei testi più significativi dell’autore e sempre attuale, così come la caducità della condizione umana segnata dalla sofferenza e dall’assurdità dell’essere, dai limiti e dalle possibilità della libertà individuale, dalla solitudine di ciascuno di fronte al mondo. Scritto nel 1956, in Italia fu messo in scena per la prima volta solo due anni dopo, da Andrea Camilleri.

Lo scorso 10 luglio Castel Sant’Angelo, in occasione dell’anniversario della sua morte, ha reso omaggio all’imperatore Adriano, ospitando una serata teatrale con Roberto Latini, uno degli attori più efficaci e sensibili del nostro tempo, sostenuto dalle musiche di Gianluca Misiti eseguite dal vivo da Claudia Della Gatta e Luisiana Lorusso. La poesia che offre il titolo alla serata, “Animula vagula blandula”, è il breve componimento con cui Publio Elio Traiano Adriano si accomiatò dalla sua anima. L’opera è stata utilizzata anche dalla scrittrice Marguerite Yourcenar nel suo celebre “Memorie di Adriano” ed introduce l’omaggio all’imperatore Adriano in veste di protettore delle Arti, della Letteratura e della Poesia. La rassegna “Sere D’Arte. Arte, Musica e Teatro a Castel Sant’Angelo” è promossa e organizzata dal Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, nel più ampio ambito di "ARTCITY Estate 2017, arte, musica, spettacoli a Roma e nel Lazio".

Pagina 1 di 13
TOP