Già vincitore del Roma Fringe Festival 2013, “Io, mai niente con nessuno avevo fatto” ha ora conquistato anche il Teatro Argentina di Roma. Proposto nell'ambito della rassegna “Garofano Verde - Scenari di teatro omosessuale”, lo spettacolo della promettente compagnia siciliana Vuccirìa Teatro ha catturato e commosso il pubblico grazie a un testo denso, duro e toccante e alle talentuose e vigorose interpretazioni dei tre giovani attori in scena. Temi dolorosi e impegnati come l'omosessualità, la violenza e la malattia sono raccontati con toni originali ed emozionanti, il dialetto siciliano dà calore a un testo già potente, l'impianto scenico essenziale non distoglie dagli accurati ritratti dei personaggi. Ne esce così uno spettacolo delicato e brutale che prende allo stomaco, oltre che al cuore.

"Garofano Verde. Scenari di teatro omosessuale", la storica rassegna a cura di Rodolfo Di Giammarco, ormai giunta alla XXI edizione, approda l'8, 9 e 10 settembre al Teatro Argentina. "Tre serate che toccheranno tasti molto diversi, l’urlo pulsante di chi è condannato a dire, la dialettica minuta e allusiva di chi vuole dire e di chi non vuol sentir dire, e la prognosi dello scandalo del dire e dell’assassinio del dire con testimonianze scisse a futura memoria.". In scena "Io, mai niente con nessuno avevo fatto" di Vuccirìa Teatro, "Birre e rivelazioni" di Teatri Uniti e "Un bacio" di Ivan Cotroneo.

Arriva ad Asti, in cartellone nel prestigioso Festival Asti Teatro, domenica 29 giugno alla Casa del Teatro di via Goltieri 3 (ore 20, in replica alle 22.30) ‘Io, mai niente con nessuno avevo fatto, di Vuccirìa Teatro, compagnia che a soli due anni dalla formazione si è aggiudicata prestigiosi premi e ha recentemente debuttato (Roma maggio 2014) con grande successo di pubblico e critica con la seconda opera del giovanissimo Joele Anastasi ‘Battuage’.

Arriva a Pistoia, nell’ambito della manifestazione ‘Tutti diversi con uguali diritti: Pistoia contro l’omofobia’ (12-17 maggio), organizzata da Arcigay Pistoia, “Io, mai niente con nessuno avevo fatto” di Vuccirìa Teatro.

Venerdì, 09 Maggio 2014 19:59

Battuage - Teatro dell'Orologio (Roma)

Debutta in prima nazionale al Teatro dell'Orologio, nell'ambito della stagione di Dominio Pubblico, il secondo atteso lavoro della compagnia Vuccirìa Teatro. Dopo lo sbalorditivo successo riscosso con "Io, mai niente con nessuno avevo fatto" - vincitore del Roma Fringe Festival 2013 come miglior spettacolo, migliore drammaturgia a Joele Anastasi e miglior attore a Enrico Sortino - la seconda opera trascina violentemente lo spettatore in un universo parallelo popolato da creature inquiete e sofferenti alla ricerca spasmodica di un sesso mercificato e compulsivo che attenui la sciagurata solitudine di un'esistenza priva di affetti e valori. Un testo indubbiamente coraggioso, tagliente come una sciabola, onesto, necessario e corrosivo, che conferma l'originalità del brillante talento di Anastasi nel triplice ruolo di autore, regista e attore; al suo fianco Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano e Simone Leonardi, interpreti straordinari che sposano con totalizzante entusiasmo il progetto, affondando nelle viscere delle anime maledette che popolano il tenebroso diorama di questo battuage esistenziale.

E' in scena al Teatro dell'Orologio dal 2 al 4 maggio, nell'ambito della rassegna di drammaturgia contemporanea Dominio Pubblico, "Battuage", il secondo lavoro teatrale della giovanissima e promettente compagnia Vuccirìa Teatro, vincitrice della scorsa edizione del Roma Fringe Festival con il pluripremiato "Io, mai niente con nessuno avevo fatto". In un' intervista a tutto tondo ai protagonisti - Joele Anastasi (anche autore e regista), Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano e Simone Leonardi - scopriamo la genesi dello spettacolo, i personaggi che lo popoleranno ed il lavoro appassionato compiuto da questi talentuosi e coraggiosi artisti.

Un teatro che metta in scena culture diverse, in nome dell’integrazione come valore fondamentale: questa l'ambizione del Teatro Mediterraneo, nato in Sicilia nel territorio del Calatino che da diversi anni ospita il più grande CARA (Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo) d’Europa e vede la presenza di numerosi SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati). Martedì 29 aprile, alle ore 20.45 al Teatro di Documenti, approda a Roma “I meneni”, spettacolo di debutto del Teatro Mediterraneo, scritto da Massimiliano Perrotta e diretto da Walter Manfrè. Lo spettacolo racconta gli abitanti di Mineo, i meneni appunto, una comunità dalle radici antiche oggi in trasformazione, con un filo di mistero che lega le diverse situazioni.

Dal 4 al 13 aprile. Sullo sfondo dell’implacabile povertà di prospettive esistenziali e dell’alienazione socio-culturale di una periferia degradata, si dipanano le drammatiche vicende che precipiteranno un microcosmo familiare e i satelliti che vi gravitano attorno in una spirale senza uscita di sofferenza, violenza ed auto-annientamento, sino ad una disgregazione progressiva ed ineluttabile. Neil LaBute con “La distanza da qui” affonda uno sguardo disincantato e provocatorio nel lacerante vuoto di valori della cultura americana, nelle derive ad aberrazioni indotte dalla crescita in un contesto abitativo disagiato in adolescenti completamente abbandonati a loro stessi, privi di aspirazioni, principi e sostegno. Il collettivo Drao - giovane compagine impegnata nella promozione e distribuzione di opere di discipline artistiche eterogenee, animata da intenso entusiasmo, desiderio di sperimentazione e scambio reciproco tra i suoi componenti - magistralmente diretto da Marcello Cotugno, porta in scena nella suggestiva cornice del Teatro Sala Uno uno spaccato di vita realistico e lancinante, attraverso un'opera di drammaturgia contemporanea di rara virulenza ed originalità.

Sarà in scena al Teatro dell'Orologio dal 2 al 4 maggio, nell'ambito della rassegna di drammaturgia contemporanea Dominio Pubblico, "Battuage", il secondo lavoro teatrale della giovanissima e promettente compagnia Vuccirìa Teatro, vincitrice della scorsa edizione del Roma Fringe Festival con il pluripremiato "Io, mai niente con nessuno avevo fatto". SaltinAria è mediapartner dello spettacolo e vi accompagnerà in una avvincente marcia di avvicinamento al debutto, con interviste ai protagonisti - Joele Anastasi (anche autore e regista), Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano e Simone Leonardi -, contenuti speciali e tante altre sorprese...

La distanza da qui di Neil LaBute, con la regia di Marcello Cotugno, debutta in prima nazionale a Roma presso il Teatro Sala Uno dal 4 al 13 aprile 2014. Il progetto, prodotto da DRAO - collettivo artistico fondato nel 2013 a Roma da Nicole Calligaris, Alessandro Lui e Elia Bei, il cui focus risiede nella collaborazione e nell’intensità dello scambio tra le varie anime professionali e artistiche che compongono il gruppo è nato con lo scopo di produrre, promuovere e distribuire opere di discipline artistiche differenti - è stato in parte realizzato grazie a una campagna di crowdfunding lanciata su Kapipal, a cui hanno contribuito oltre cinquanta donatori. Il progetto si avvale della partnership di Link Campus e di People Cooks.

Pagina 2 di 3
TOP