A trent' anni dalla prematura scomparsa di Annibale Ruccello, uno degli autori più innovativi della Nuova Drammaturgia Napoletana, Giuliana De Sio interpreta Adriana, moglie e madre che porta avanti la sua triste esistenza nel caldo asfissiante dell’estate napoletana. “Notturno di donna con ospiti” è una potente commedia dal retrogusto amarissimo, capace di far ridere ed emozionare passando dalla comicità del teatro popolare napoletano, alla black comedy, per approdare alla tragedia contemporanea.

Presentata alla stampa e al pubblico la nuova stagione teatrale del Teatro Quirino Vittorio Gassman che punta ad un ventaglio di proposte variegate confermandosi come “Teatro POP”, attento alla tradizione senza perdere di vista i linguaggi della contemporaneità.

Il Teatro Carcano di Milano si rinnova intrecciando, nel cartellone 2015/2016, esperienze artistiche e linguaggi diversi; si presenta contemporaneo, colto e popolare; sensibilità ed intelligenza creano un ponte tra avanguardie, siano esse vecchie o nuove, ed il teatro di tradizione. Perchè il teatro oggi non è più solo un teatro di prosa, un luogo dove fruire di uno spettacolo e rientrare a casa; ma è uno spazio di incontro tra generazioni e generi artistici, una piazza di scambio dove si mescolano pubblico e performance. Prosa sì, ma, cosa nuova per il Carcano, di drammaturgia contemporanea.

Si presenta ricco di eventi il cartellone della stagione 2015/2016 del Teatro Parioli Peppino De Filippo, articolato com’è fra commedie della tradizione italiana, classici internazionali, musica, danza ed operetta. Fra gli interpreti che si alterneranno sul palcoscenico di via Giosuè Borsi Lello Arena, Isa Danieli, Sebastiano Somma, Edoardo Siravo, Franco Branciaroli, Ugo Pagliai, Gianrico Tedeschi, Glauco Mauri.

A chiudere la stagione del Teatro Sette è "La matematica dell’amore (Radice di 2)", uno spettacolo divertente ed emozionante, diventato un cult del panorama artistico italiano. L’autore di questa commedia, interpretata dalla collaudata coppia composta da Michele La Ginestra e da Edy Angelillo, è Adriano Bennicelli. Repliche fino al 17 maggio.

Bradisismo, precarietà, ricordi, paure, sospetti… sono alcuni degli “ingredienti” presenti nella commedia, o meglio ancora nella tragicommedia "Uscita di emergenza", scritta da Manlio Santanelli, che vede in scena - al Teatro della Cometa dal 7 al 25 gennaio - Vittorio Viviani e Gino Auriuso per la regia di Enrico Maria Lamanna. Spettacolo decisamente originale, impegnativo e difficile da raccontare, monologo doppio più che dialogo interpretato magistralmente con un allestimento raffinato. Una nuova tragicommedia in grado di reinventare quel teatro napoletano troppo spesso datato, stantio o volgarizzato. Una metafora a tratti strampalata, con un linguaggio allusivo e dotto tra le righe, sulla vita dove non resta che un’uscita di emergenza che a volte fa paura imboccare.

Bradisismo, precarietà, ricordi, paure, sospetti… sono alcuni degli “ingredienti” presenti nella commedia, o meglio ancora nella tragicommedia USCITA DI EMERGENZA scritta da Manlio Santanelli che vede in scena - al Teatro della Cometa dal 7 al 25 gennaio 2015 - Vittorio Viviani e Gino Auriuso per la regia di Enrico Maria Lamanna.

Emarginazione, degrado, vacuità avvilente e senso di smarrimento etico sono alcune delle tipiche note che caratterizzano la scrittura del sempre più compianto e rimpianto Annibale Ruccello. Questo e tanto altro trasuda da “Notturno di donna con ospiti”, dramma teatrale andato in scena per la prima volta nel 1983, e ora presentato dall’11 novembre alla Sala Umberto per la regia di Enrico Maria Lamanna, con la collaudata e strabiliante interpretazione di Giuliana De Sio nel ruolo di Adriana.

Sino al 9 novembre il Teatro Bellini accoglie uno dei testi più attuali del campano Annibale Ruccello e consacra lo sfacciato ed indiscutibile talento di Giuliana De Sio, nel ruolo di Adriana. “Notturno di donna con ospiti” è il risultato del lavoro di “una delle voci più interessanti ed originali del teatro italiano della seconda metà del XX secolo”, così recita l'enciclopedia virtuale Wikipedia, ricercando informazioni sulla breve vita del Ruccello.

È stata scelta una frase del poeta latino Marco Valerio Marziale per caratterizzare la stagione 2014-2015 del Teatro 7. Tanti i volti noti che si succederanno sul palco di via Benevento: tra loro Michele La Ginestra, anche direttore artistico, Sergio Zecca, Massimo Wertmuller, Edy Angelillo, Marzo Zadra, Beatrice Fazi, Federica Cifola.

Pagina 1 di 2
TOP