E’ giunto alla quarta edizione il Mit Jazz Festival, andato in scena nelle giornate del 4, 11 e 18 novembre al Piccolo Teatro Grassi e al Teatro Studio Melato di Milano; la rassegna si è conclusa con un omaggio a Lucio Dalla e al jazz delle sue canzoni e della sua formazione, un binomio funzionale nella Bologna degli anni ’60, centro importante di questo genere musicale in Italia: “Lo swing di Lucio Dalla” con la Civica Jazz Band. Lo spettacolo, introdotto da Maurizio Franco, è un’antologia che corre lungo quarant’anni di carriera, attraverso dieci brani, i più noti e qualcosa che ormai non si ascolta più, attraverso arrangiamenti molto personalizzati e fortemente eterogenei. Passionalità che incontra virtuosismo, grande tecnica e l’idea del dietro le quinte, dell’improvvisazione tipica del jazz, che rende lo spettacolo un concerto dal vivo nell’atmosfera di un locale più che confezionato per un teatro, sotto la direzione arguta e spiritosa di Enrico Intra.

Lunedì 21 gennaio il Piccolo Teatro Strehler ha ospitato “Symphonic Bop”, primo appuntamento della XXI edizione di Orchestra Senza Limiti, organizzato dall’Associazione Culturale Musica Oggi in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa. La prima italiana di un evento di grande rilievo musicale, realizzato dal Trio Vein con la Civica Jazz Band, guidata da un carismatico Enrico Intra, direttore dell’orchestra.

Da lunedì 5 a mercoledì 7 dicembre, al Teatro Strehler, in occasione del ventennale della Civica Jazz Band e ad aprire la diciannovesima edizione di Jazz al Piccolo - Orchestra Senza Confini, organizzata da Musica Oggi e dal Piccolo Teatro di Milano, è andato in scena MITJazzFestival, una ‘tre giorni’ speciale, interamente dedicata al jazz italiano, che ha riunito sul palcoscenico 20 tra i maggiori jazzisti italiani. Una conferma che il jazz è ormai parte del repertorio musicale e della formazione dei musicisti, con una grande rappresentanza della scuola romana. La manifestazione, nella cornice di un auditorium con un’ottima acustica, ha presentato una varietà estremamente ricca e una qualità sia compositiva sia esecutiva rara soprattutto per la concentrazione di talenti in un unico appuntamento.

Dario Fo si esibisce dal vivo assieme al celebre pianista Enrico Intra, vecchio amico che potrà offrirgli una base musicale su cui poggiare i suoi discorsi o le sue canzoni. Si presenta come ‘Dario Fo ed Enrico Intra raccontano, suonano e cantano Milano: ‘Dai bombardamenti all’Expo: noi ci siamo sempre stati’. Il tutto avviene al Pavilion UniCredit di piazza Gae Aulenti dove si chiude il MILANO IN ISOLA FESTIVAL, ovvero i tre giorni di incoraggiamento per spingere verso il successo un nuovo esperimento, il MILANO OFF ISOLA FESTIVAL che viene presentato come prima cosa dal suo organizzatore, Renato Lombardo, il quale prende la parola davanti a un folto pubblico. “Ci siamo ispirati al Festival di Avignone che è nato nel 1965 e ha avuto 1300 spettatori al giorno su un palcoscenico a cielo aperto per tre settimane” racconta, come ha già fatto nelle due serate scorse. Si cita lo scopo fondamentale di portare più felicità e qualità della vita grazia alla gioia aumentata dei cittadini. Cita anche tutti i partners, i tanti funzionari del comune di Milano che hanno aiutato a scegliere il quartiere e le associazioni, i teatri e le radio, una tv come Worldnet Channel e tanti altri, tutti visibili sul sito www.mianooff.com.

La XVIII edizione di Jazz al Piccolo - Orchestra Senza Confini, organizzata dall'Associazione Culturale Musica Oggi in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano, lunedì 7 marzo ha presentato il suo quinto appuntamento presso il Piccolo Teatro Strehler, per rendere omaggio a Frank Sinatra nel centenario della sua nascita (12 dicembre 1915).

Il Piccolo Teatro di Milano, polo culturale fondamentale per la città meneghina e per l'Italia è, per vocazione ed identità, il padiglione “scenico” dell'Expo, con circa 300 spettacoli in 10 lingue diverse sino a fine ottobre 2015. Se l'alimentazione è il tema centrale dell'Expo, di alimentazione si può parlare anche per la cultura che infatti alimenta lo spirito, aprendolo a nuove conoscenze e favorendo così la coesione all'interno di una comunità basata sulla cultura delle differenze, valida risposta in questo momento di grande difficoltà economica e sociale.

Giovedì, 24 Novembre 2011 09:30

Piani Diversi, il nuovo album di Enrico Intra

Enrico Intra

E’ appena uscito il cd di cui vi racconto, un progetto intitolato “Piani diversi” e voluto da Enrico Intra, un grande della musica in generale e del jazz in particolare, già direttore d’orchestra, compositore e bandleader. Si inchina, si siede al pianoforte a coda che troneggia nel Chiostro del Cortile del Piccolo Teatro Grassi di via Rovello a Milano per presentare il suo nuovo lavoro al pubblico e farne ascoltare alcuni brani dal vivo.

TOP