Si è tenuto domenica 16 novembre Mixite’ One Shot, anteprima del Festival Mixité che si svolgerà presso ATIR-Teatro Ringhiera a giugno prossimo.

Dal 4 al 21 aprile. Rieccola la Germania, nel percorso artistico di Pasquale Marrazzo. Una ‘magnifica ossessione’ per il regista napoletano ormai naturalizzato milanese. E rieccoli gli angeli, creature mezzane tra cielo e terra, fonte di ispirazione per ogni suo lavoro. Ne La moglie del soldato (sua penultima regia al Litta) l’angelo era Dil: creatura controversa, spaventosa solo per chi non aveva occhi abbastanza puri per guardarla. L’angelo di Veronika Voss è Veronika Voss: perseguitata dai fantasmi di un passato fastoso, che mai più tornerà. E che mai più potrebbe vedere, perché il vortice della morte la attanaglia irresistibilmente, fino alla tragica fine.

Giovedì, 21 Febbraio 2013 20:01

La moglie del soldato - Teatro Litta (Milano)

Dal 19 febbraio al 10 marzo. Tre giovani in scena, giochi di tagli di luci verticali, diagonali e orizzontali molto attraenti firmati dalla lighting designer Marilisa Cometti. Ci sono due ragazzi e una bella ragazza di nome June, sembra che si divertano in un locale; la ragazza fa la sdolcinata e accalappia il ragazzone alto, escono assieme ma era un agguato. Nella scena seguente il giovane è legato e incappucciato: è un soldato inglese ed è stato rapito da esponenti dell’IRA, l’armata irlandese repubblicana che da sempre lotta contro l'egemonia britannica e vuole uno scambio di prigionieri. Il giovane inglese rifiuta il cibo, mette in difficoltà i suoi carcerieri, un giovane di nome Fergus che litiga con June, la ragazza, molto più dura e determinata sul modo di trattare il sequestrato. Fergus, appena solo, libera l’inglese dal cappuccio e resta a parlare con lui, quasi potessero diventare amici.

TOP