Che cosa sappiamo di questo grande Paese dell'Asia Centrale che ciclicamente occupa le prime pagine dei nostri giornali? Un Paese che, in seguito all'attentato dell'11 settembre, è stato invaso per mettere fine al regime dei talebani e nel quale sono tutt'oggi presenti truppe italiane, un Paese che dall'Ottocento è terreno di scontro tra le potenze mondiali per la sua posizione strategica. Da questa domanda ha preso le mosse il Tricycle Theatre di Londra, la più grande officina di teatro politico inglese, e ha costruito l'ambizioso progetto “The Great Game”, uno spettacolo 'all day long' nel quale tredici tra i migliori autori inglesi raccontano i rapporti tra l'Afghanistan e l'Occidente dal 1842 ai giorni nostri e di cui Ferdinando Bruni ed Elio de Capitani dirigono l’edizione italiana.

Dal 23 ottobre al 25 novembre. Un viaggio avventuroso lungo i destini dell'Afghanistan. Dieci brevi storie, poetiche e crudeli, che ci fanno guardare con altri occhi i rapporti tra Oriente e Occidente: perché quello che accade nell’Asia Centrale ha radici lontane, ma oggi ci tocca da vicino; perché il teatro e la storia possono ridisegnare i confini di ciò che pare ignoto e straniero. Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani hanno diretto l’edizione italiana di un progetto di drammaturgia collettiva ideato dal Tricycle Theatre di Londra, firmando due spettacoli - “Il grande gioco” e “Enduring freedom” - che mettono in scena i testi più sorprendenti, da vedere in due serate o in un'unica coinvolgente maratona.

Sabato, 10 Ottobre 2015 08:06

Villa Dolorosa - Teatro Vascello (Roma)

Dal 5 al 13 ottobre. Roberto Rustioni, uno degli artisti che Le vie dei Festival ha scelto di accompagnare nel suo percorso, torna al Teatro Vascello con "Villa Dolorosa", che aveva presentato lo scorso anno come primo studio e che ha debuttato nella sua forma definitiva al Festival delle Colline Torinesi. Il testo della giovane drammaturga tedesca Rebekka Kricheldorf, costituisce una sorta di riscrittura delle Tre Sorelle di Čechov, particolarmente ricca di inedite suggestioni.

Sabato, 26 Settembre 2015 11:19

Fake Single - Piccolo Teatro Grassi (Milano)

La Cina forse è più vicina di quanto immaginiamo. E non stiamo parlano di via Paolo Sarpi a Milano, delle varie chinatown che troviamo nelle città italiane, né della ormai assodata dominazione del gigante asiatico sulla nostra economia. La Cina è vicina in "Fake single", secondo spettacolo del Festival Tramedautore al Piccolo Teatro di Milano.

In un tempo di indifferenze, un uomo racconta come e perché è diventato il Cacciatore, guidandoci passo dopo passo all'interno del sentiero che lo ha condotto nel luogo in cui ora vive, la jungla (con la j salgariana), da cui parte e torna quotidianamente per ingaggiare l'eterna lotta contro i suoi nemici, i sopraffattori. Convinto di essere solo, si accorge che nella jungla vive, per gli stessi motivi e con le stesse modalità, una Donna. Il loro incontro sospende la convinzione di essere soli e muovendosi tra passato e presente, tra digressioni e citazioni, danno forma a ciò che li ha condotti in quello spazio, il limite oltre il quale prende forma la rivolta. Oggi, finalmente, la rivolta prende forma, vita, luci, suoni e colori al Teatro Tordinona di Roma, dal 24 al 29 marzo 2015.

Domenica 8 marzo, il Teatro TdIX Tordinona ha presentato gli spettacoli del mese secondo la ormai collaudata formula denominata “Se bussa coi piedi”: ogni compagnia porta un piatto da mangiare e lo racconta al pubblico. Nel mentre viene cronometrato il tempo che viene impiegato per l’illustrazione del piatto. Lo stesso tempo che è stato utilizzato per descrivere il piatto la compagnia potrà sfruttarlo per presentare il proprio spettacolo. Alla fine delle presentazioni pubblico e compagnie condividono il piacere di gustare i piatti descritti, oltre al vino con cui brindare alla bellezza del teatro.

I peggiori nemici dell’armonia familiare sono i componenti della famiglia stessa, ma come tali anche gli unici in grado di poterla salvare. “Il Piccolo Eyolf – The Original Son”, deliberatamente tratto dal dramma ibseniano, è stato in programmazione dal 21 al 25 maggio allo Spazio Tertulliano di Milano. L’opera teatrale è prodotta dalla compagnia di giovani “La Famiglia Mastorna”, con protagonisti Emilia Scarpati Fanetti e Jacopo Crovella, testo e regia di Michelangelo Zeno.

TOP