Prodotto dal Teatro Carcano di Milano nella stagione 2014/15, Maurizio Scaparro porta in scena, al Teatro Palladium di Roma, Aspettando Godot di Samuel Beckett, insieme ad un formidabile quartetto di attori formato da Antonio Salines (Estragone), Luciano Virgilio (Vladimiro), Edoardo Siravo (Pozzo) e Fabrizio Bordignon (Lucky). Accanto a loro Beniamino Zannoni nel ruolo del Ragazzo.

Declina i titoli dei film di 007 la campagna grafica della stagione 2016/2017 del Teatro Sala Umberto e, al motto di “Licenza di Ridere”, il direttore artistico Alessandro Longobardi accoglie pubblico e stampa per la presentazione di una stagione che si preannuncia ricca, variegata, e di grande spessore.

Sabato, 12 Marzo 2016 14:03

Il Vantone - Teatro India (Roma)

Fino al 13 marzo il Teatro India ospita “Il Vantone”, riscrittura pasoliniana, in dialetto romanesco, del Miles Gloriosus di Plauto. In scena, con la regia di Federico Vigorito, Ninetto Davoli, nel ruolo dello scaltro servo Palestrione ed Edoardo Siravo, in quello del soldato spaccone.

Dal 14 al 24 gennaio, al Teatro Parioli Peppino de Filippo di Roma, Antonio Salines, Luciano Virgilio, Edoardo Siravo ed Enrico Bonavera sono stati protagonisti di "Aspettando Godot” di Samuel Beckett, prodotto dal Teatro Carcano di Milano. La regia è di Maurizio Scaparro, uno dei maestri della scena italiana e internazionale, alla sua seconda collaborazione con il Carcano dopo l’eccezionale exploit de "La Coscienza di Zeno" della stagione 2012/13 e alla sua prima messinscena beckettiana.

Si presenta ricco di eventi il cartellone della stagione 2015/2016 del Teatro Parioli Peppino De Filippo, articolato com’è fra commedie della tradizione italiana, classici internazionali, musica, danza ed operetta. Fra gli interpreti che si alterneranno sul palcoscenico di via Giosuè Borsi Lello Arena, Isa Danieli, Sebastiano Somma, Edoardo Siravo, Franco Branciaroli, Ugo Pagliai, Gianrico Tedeschi, Glauco Mauri.

Martedì, 18 Novembre 2014 21:14

Aspettando Godot - Teatro Carcano (Milano)

"Aspettando Godot", di Samuel Beckett, è in scena da mercoledì 12 a domenica 23 novembre al Carcano di Milano; è la prima produzione del Centro Produzione D’Arte Contemporanea Teatro Carcano, con la direzione artistica di Sergio Fantoni e Fioravante Cozzaglio. Maurizio Scaparro firma la regia di questo spettacolo centrato sul dramma della solitudine e dell’assenza di senso e speranza nella vita umana. Antonio Salines (Estragone), Luciano Virgilio (Vladimiro), Edoardo Siravo (Pozzo), Enrico Bonavera (Lucky), sono sul palco, a rappresentare la visione dolorosamente pessimistica di Beckett; ma anche a “jouer”, giocare recitando, rappresentando cioè la vita stessa.

Si è tenuta martedì 16 settembre, all’interno del bel teatro milanese Carcano, la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione 2014-2015, la diciottesima. A presentarla, il Centro di Produzione d’Arte Contemporanea, nuovo organismo nato dall’unione delle due società teatrali compresenti nella Ephos srl, proprietaria dell’ immobile. La direzione artistica, venata da un quid imprenditoriale, è di Sergio Fantoni e Fioravante Cozzaglio ed apre le porte alle nuove urgenze che attraversano la società.

Sarà in scena dal 18 al 25 luglio 2014 alle ore 21,00 presso la bella cornice del Parco dei Romanisti (Viale dei Romanisti – Torre Spaccata), la terza edizione della rassegna Cultura ALL’ANGOLO, organizzata dalla Kipling Academy, con la direzione artistica di Stefano Caponi e Gino Auriuso. La manifestazione è inserita nella programmazione ESTATE ROMANA 2014, Cultura ALL’ANGOLO è realizzata con il sostegno di Roma Capitale in collaborazione con Acea e Siae.

Dal 28 novembre all'8 dicembre. All’ingresso del teatro troneggia la gigantografia che immortala Pirandello in affettuoso atteggiamento coi fratelli De Filippo, Eduardo-Titina-Peppino. E proprio a Peppino De Filippo è dedicato il teatro Parioli, segno di un collegamento con la grande tradizione teatrale italiana del Novecento.

Dal 15 al 28 aprile al Teatro Due Roma (di Vicolo dei 2 Macelli) lo scrittore e giornalista, Paolo Fallai porta in scena "Una lontana fedeltà", per la regia di Alessandro Berdini che apre il sipario sui ricordi di un uomo solo di fronte ai dubbi, al sarcasmo delle sconfitte, all’ironia della propria inadeguatezza. Il racconto di un uomo solo, e senza risposte, di fronte all’incomprensibile universo delle donne che hanno attraversato la sua vita, al mistero inarrivabile della maternità, all’intelligenza emotiva che si fa intuito, alla faticosa conquista dell’emancipazione.

Pagina 1 di 2
TOP