La donna che disse no, testo e regia di Pier Paolo Saraceno, vince l’edizione 2016 del Calabbria Teatro Festival nel segno dell’impegno, ispirato ad un fatto di cronaca, che riesce a raccontare in modo innovativo, dando vita ad un vero spettacolo teatrale che unisce il teatro di denuncia e il giornalismo alla narrazione lirica. Ritorno a Verona di Emiliano Minoccheri, poetico monologo ispirato allo shakespeariano Romeo e Giulietta arriva secondo classificato, premiato per l’interpretazione e l’originalità della visione che rilegge la società di oggi nel segno di ieri. Al terzo posto Fa curriculum (Stiamo lavorando per noi) di e con Antonio Randazzo e Antonio Roma, bella interpretazione ironica su un tema di attualità, la disoccupazione che diventa un inno all’arte.

Giovedì, 08 Ottobre 2015 17:26

Calabbria Teatro Festival V Edizione

Il viaggio come visione della vita, oltre il semplice spostamento nello spazio e nel tempo al centro della quinta edizione: sono le scarpe l’immagine guida del Calabbria Teatro Festival 2015 in pro-gramma a Castrovillari dal 14 al 18 ottobre, ideato ed organizzato all’associazione Khoreia 2000 ed affidato alla direzione artistica di Rosy Parrotta e alla direzione organizzativa di Angela Micieli.

Mercoledì 4 marzo al Teatro Tor Bella Monaca, l’Associazione Culturale Gli Utopisti presenta “Questa sono Io… uno sguardo diverso”, uno spettacolo nato dall’esigenza di sensibilizzare il pubblico sul problema del femminicidio e della violenza di genere. Più che una pièce teatrale è uno spettacolo che nasce dall’incontro e dalla fusione di diverse arti, teatro, cinema, danza, poesia, per portare lo spettatore a scardinare il modo di vedere e di pensare la donna di derivazione patriarcale; la solidarietà tra generi e il riconoscimento dell’individualità dell’Altro, attraverso l’accettazione e la comprensione degli interessi e dei bisogni dell’Altro/a è ciò a cui auspichiamo attraverso le nostre immagini e le nostre parole.

TOP