Un romanzo coraggioso anche se il tema non è originale e recentemente più che mai ha attraversato la letteratura e il cinema: la figura della madre e in generale la storia della famiglia, scritta all’indomani della perdita. Una scrittura piana e ritmica, una riflessione spontanea sulla forza della famiglia, luogo di energia ma anche balcone su un possibile baratro, il libro autobiografico che prende l’avvio di un romanzo, scardina la famiglia quale incarnazione della gioia più spettacolare e insieme potere distruttivo come tante altre famiglie. La scrittura diventa cammino di pacificazione e purificazione, catarsi che deve necessariamente passare dal dolore.

TOP