In scena fino al 19 gennaio al Teatro Litta di Milano “Gl'Innamorati - Il musicarello”, brillante rivisitazione del testo di Goldoni in una versione che unisce commedia dell'arte, teatro d'improvvisazione e musicarello. Se non sapete cosa fare a Capodanno e siete a Milano, assicuratevi una serata di puro divertimento con questo spettacolo!

Manifatture Teatrali Milanesi presenta al Teatro Litta di Milano, sino al 6 marzo, in prima nazionale, “L'amica degli uomini importanti (Vinzenz)”, di Robert Musil. Scritta nel 1923, è l'unica commedia teatrale dello scrittore austriaco esiliato in Svizzera dopo l'annessione dell'Austria; in essa si delinea, tra gli altri, il tema di “L'uomo senza qualità”. L'adattamento e la regia sono di Antonio Syxty che torna a lavorare su un testo di Musil dopo che nel 1996 aveva presentato, in versione integrale, l'altro suo testo teatrale, il dramma “Die Schwärmer” (I fanatici) del 1921.

Dal 9 dicembre al 1 gennaio, al Teatro Leonardo di Milano è andata in scena in prima nazionale una produzione di Manifatture Teatrali Milanesi: “La Bottega del Caffè”, di Carlo Goldoni. Valeria Cavalli e Claudio Intropido, che dal 2015 fanno parte della Direzione Artistica di Manifatture Teatrali Milanesi, firmano la regia, dando una lettura moderna dell’opera goldoniana e ambientando la commedia in una Las Vegas decadente, tra il circense e l'onirico.

Giovedì, 12 Giugno 2014 21:30

A parole - Teatro Leonardo (Milano)

Al Teatro Leonardo di Milano, sino al 14 giugno, va in scena "A parole", un monologo interpretato da Debora Virello, da lei scritto insieme a Susanna Baccari. Le parole sono quelle di Isabel Martinez Perón, terza moglie del generale argentino Juan Perón; lei è vecchia, dimenticata da tutti e dalla Storia, ormai in esilio in Spagna, e il monologo ricostruisce tasselli evocativi di vite che si intrecciano tra loro. La sua, quella del marito e della sua seconda moglie Eva, tanto amata dal popolo. Sullo sfondo, un quadro volutamente sfocato dell’ Argentina dal dopoguerra alla fine degli anni Settanta.

TOP