Debutterà in prima nazionale a Carrozzerie n.o.t. - dal 11 al 14 gennaio 2018 - Vertenze Politiche su una Versione Pornografica del Mito di Pasìfae, scritto e diretto da Johannes Bramante. Protagonisti: Francesca Accardi, Davide Paciolla, Guido Targetti.

I personaggi di Giuseppe Patroni Griffi non sono fatti della stessa sostanza dei sogni. Otello non è un eroe, ma un ragazzo che rifugge da una etichetta, quella di “Ragazzo di Trastevere”. E’ la storia del tramonto di un eroe, quella ospitata dal Teatro Mercadante. “Ragazzo di Trastevere” è raccontato con un linguaggio semplice; i bisogni di un individuo sono quelli primari e le difficoltà con cui confrontarsi sono di quel genere che ti obbliga a chinare il capo, ma mai lo sguardo. Eppure Otello, pur duellando con lo sguardo con tutti gli occhi che incontra, non riesce mai a proteggersi dal mondo esterno.

Giovedì, 25 Aprile 2013 17:19

Tartufo - Teatro San Babila (Milano)

Dal 9 al 28 aprile. Un genio si riconosce anche da questo: dalla capacità di coltivare l’arte della diplomazia al momento giusto, nel posto giusto. Se Molière a suo tempo avesse rifiutato ogni forma di compromesso con Luigi XIV e la sua ‘cabala dei devoti’, noi oggi non potremmo goderci l’attualità del suo Tartuffe. La Francia conservatrice di quegli anni non riusciva a digerire la satira graffiante del brillante commediografo. Ma a volte, ci vuol poco per sbrogliare le matasse: una letterina conciliatrice, il finale dell’opera modificato per placare l’ira dei potenti. Risultato: il Re Sole fatto fesso e contento; noialtri invece - a distanza di secoli - ancora qui ad ammirare la lungimiranza dell’Autore. Stavolta è il S.Babila ad ospitare l’immortale capolavoro. Una delle ragioni per cui questo storico teatro deve continuare a vivere è il fatto che, ogni anno, propone un cartellone rispettoso dei gusti del pubblico tradizionale. Ben vengano le sperimentazioni - se fatte con buon gusto e intelligenza - ma perché impedire a uno spettatore qualunque di rilassarsi un pomeriggio con un Tartufo classico, che non tradisce lo spirito dell’originale di Molière? Onore dunque al merito del S.Babila. Che seguendo la politica dello spettacolo fatto per la gente e non per le nicchie ha fatto centro anche questa volta.

TOP