"It's a world of pure immagination!", così recitava la celebre canzone cantata da Gene Wilder in “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato”, il film che rende omaggio al celebre libro di Roald Dahl che intere generazioni hanno amato; e proprio un fantastico mondo d'immaginazione e di colori è quello che vivrete con “Charlie e la fabbrica di cioccolato”, il musical italiano che omaggia libro e film e che nasce sulla scia del musical che debuttò a Broadway nel 2013 con musiche di Marc Shaiman e libretto di David Craig e che in questa versione esclusivamente milanese vede la regia di Federico Bellone. Siamo il primo paese non anglosassone ad avere i diritti per portare in scena questo delizioso musical ma con la clausola che vieta di replicare la versione USA: non preoccupatevi, questa versione italiana è anche molto più spettacolare di quella di Broadway!

Appuntamento irrinunciabile dell’autunno romano, ritorna la rassegna “Trend - nuove frontiere della scena britannica”, giunta alla sua XVII edizione. Il festival, a cura di Rodolfo di Giammarco, esplora i territori lisergici ed emozionanti della drammaturgia contemporanea d’oltremanica, affidando le messe in scena, essenziali ed incisive, ad alcune delle sensibilità registiche più acute del panorama italiano. Diciassette spettacoli ed un ciclo di proiezioni in lingua originale, dal 18 ottobre al 22 dicembre, nella consueta intima cornice del trasteverino Teatro Belli.

Con due mesi di programmazione, non è esagerato dire che “Trend – Nuove frontiere della scena britannica”, in calendario al teatro Belli di Roma dal 13 ottobre all’11 dicembre, rassegna-festival che ha il sostegno del Comune di Roma, è l’appuntamento italiano più solido, più specializzato, più diversificato e più esteso in tema di drammaturgia contemporanea inglese prontamente tradotta e convertita in reading, mise en espace e spettacoli con attori e registi di casa nostra.

Lunedì, 06 Aprile 2015 08:29

Fragile/Kyoto - Teatro Libero (Milano)

Fragile e Kyoto sono due atti unici di David Greig, due racconti vissuti durante la notte, quando la logica del giorno e della luce svaniscono, lasciando il posto alla verità, alla nostra pancia. Li ha portati in scena al Teatro Libero di Milano il regista Vittorio Borsari, con protagonisti Silvia Giulia Mendola e Alberto Onofrietti, per una produzione CHRONOS3 in collaborazione con PianoInBilico.

Sabato, 15 Novembre 2014 15:08

Being Norwegian - Teatro Vascello (Roma)

Dal 5 al 23 novembre. Roberto Rustioni porta in scena il testo di David Greig, drammaturgo e sceneggiatore nato ad Edimburgo nel 1969, uno degli esponenti di punta del nuovo teatro scozzese. Greig, nella sua drammaturgia, esplora la questione dell'identità nella sua matrice politico-sociale, linguistica e soprattutto umana.

TOP