Mercoledì, 08 Novembre 2017 22:00

Nemico mio - Teatro de’ Servi (Roma)

L’amore, la guerra e un' Italia che torna a vivere, un debutto nazionale al Teatro de’ Servi dal 7 al 26 novembre. E’ il luglio del 1943 e la radio annuncia lo sbarco degli angloamericani in Sicilia, regalando una ventata di speranza ad un variegato gruppo di giovani soldati ricoverati nell’ospedale da campo di Nettuno: l'atmosfera è di gioia, mista ad una più che giustificata ansia per quello che potrà accadere. “Nemico mio” è una commedia romantica scritta da Clelio D’Ostuni, Daniele Locci e Daniele Trombetti (anche regista) e da loro interpretata assieme a Francesco Mantuano, Sara Miele, Carlotta Maria Rondana e Marco Russo; un testo godibile, che suscita una risata sana, ritagliando con attenzione i personaggi e costruendo con una scansione interessante la storia che a poco a poco si disvela con un gioco di feedback per nulla banale. Una commedia ben scritta, sul filo dell’ironia, un inno alla vita e all’amore e uno spaccato dei sentimenti dell’Italia di quegli anni, dei quali ritroviamo il sapore perduto.

È tempo di Assaggi di Stagione al Teatro de’ Servi per l’anteprima della nuova stagione 2017/2018, appuntamento fisso di questo teatro, patria della commedia d’autore a Roma che ripropone la solita formula “cinematografica”: i trailer degli spettacoli. Format che si conferma indovinato. La nuova stagione è un ventaglio di proposte decisamente variegato per i temi: rispetto ad altre stagioni indietreggiano temi sociali quali il precariato e l’immigrazione, o meglio sono presentati attraverso storie quotidiane, filtrati dalla quotidianità, senza diventare il soggetto della pièce. Relazioni amorose, sogni e malintesi, sempre al centro della commedia tra risate e amarezze. C’est la vie.

Una rimpatriata tra compagni di scuola dopo 10 anni dalla maturità è il pretesto scelto dal regista Luca Franco per raccontare con garbo ed ironia l'importanza dell'amore e l'eterna ricerca della felicità. Reduce dal successo ottenuto a Milano al Teatro Martinitt, tra gag esilaranti e momenti di riflessione, la compagnia "Mercanti di Stelle" confeziona una commedia frizzante ed agile, che riesce - malgrado la semplicità strutturale della trama - a divertire ed emozionare il pubblico, dimostrando che non è necessario ricorrere ad artifizi ed effetti speciali, se si ha la rara capacità di parlare al cuore.

La stagione si è appena conclusa (e ottimamente, con 28.500 spettatori e 15.000 abbonati) e il sipario del Teatro de’ Servi si è subito riaperto per gli attesi e ormai consueti “Assaggi di stagione”, il modo più vivo e piacevole per presentare il nuovo cartellone. Due serate di live trailer-show, condotte da Marco Simeoli, in cui tutte le compagnie previste per il 2015/2016 hanno offerto al numeroso pubblico un breve estratto dei loro spettacoli.

TOP