Il Teatro Officina è un luogo della periferia nord milanese che da decenni ha rappresentato il mondo ‘degli altri’, rinnovandosi di generazione in generazione. E stasera si ha uno splendido colpo d’occhio nel vedere sul palco un gruppo di adolescenti, alcuni perfino minorenni, dalle facce pulite, quattro ragazze e quattro ragazzi a presentare un laboratorio che si è tenuto lo scorso anno e che li aveva già molto coinvolti. Ne hanno tratto uno spettacolo intitolato "La profezia alle spalle - A Pier Paolo Pasolini, a 40 anni dalla morte", un dialogo a distanza su pagine di PPP scelte da giovani nati nel 2000. Ad aiutarli la regia di Daniela Airoldi Bianchi e il presidente e direttore artistico del Teatro Officina Massimo de Vita che a un certo punto sale sul palcoscenico coi ragazzi per alcuni interventi. I nomi degli otto giovanissimi attori-interpreti restano segreti.

TOP