“Ci sentiamo di dire che vogliamo stare con il pubblico, e non, viceversa, chiedere al pubblico di stare con noi. Invertire la direzione è importante, ci responsabilizza ancora di più, e ci induce a voler essere sempre vicini al nostro pubblico nei gusti, nelle tematiche, nelle idee. Perché noi siamo quelli diversi da tutti”. La stagione 2017/2018 di MTM Manifatture Teatrali Milanesi è “con te”: 3 teatri, 46 titoli, 270 repliche, 10 produzioni MTM, 11 prime nazionali, 3 progetti speciali.

Lunedì, 25 Aprile 2016 15:53

Il Calapranzi - Teatro Libero (Milano)

"Il Calapranzi", per la regia di Corrado D'Elia, porta in scena al Teatro Libero fino al 2 maggio uno dei testi più rappresentati e più rappresentativi di Harold Pinter: l'apoteosi dell'aggressività e della perdita di senso quando paura e incertezza si fanno più palpabili e concreti della materia.

Domenica, 17 Gennaio 2016 22:09

Caligola - Teatro Litta (Milano)

Dal 12 al 24 gennaio. Corrado d’Elia torna a Manifatture Teatrali Milanesi con uno spettacolo cult, emozionante ed appassionato: "Caligola". La modernità di un classico, il sentimento dell’assurdo e il dolore che quando scompare resta una sconfitta; l’irrinunciabilità della passione e l’impossibilità dell’amore di rendere felice; il delirio del potere in tutte le sue derive, fino all’autodistruzione. Un testo potente, affresco di una società senza tempo malata e marcia. Una messa in scena forte, commovente, malinconica, e di grande raffinatezza, per una composizione scenica estremamente estetica ma non didascalica.

E' andato in scena al Teatro Libero di Milano "Hard Candy", uno spettacolo diretto da Corrado d'Elia, di Brian Nelson, tratto da una storia vera portata al cinema nel 2005. Lo spettacolo, interpretato da Alessandro Castellucci e Desirée Giorgetti, indaga il mondo sommerso delle chat, la cronaca dei nostri giorni, la pedopornografia, i risvolti psicologici delle nostre mille facce nascoste, le pulsioni più sotterranee, le perversioni di cui poco comprendiamo, poco sappiamo e per nulla parliamo. Abbiamo incontrato la protagonista femminile Desirée Giorgetti.

Domenica, 01 Marzo 2015 15:56

Mercurio - Teatro Libero (Milano)

Se ne potrebbero citare a iosa di libri, film, testi teatrali nei quali viene affrontata, in maniera non banale, la sindrome di Stoccolma: la sindrome che unisce irrevocabilmente la vittima al suo carnefice. Questo è il caso di Mercurio, uno dei tanti libri affascinanti di Amélie Nothomb che ha in sé numerose stratificazioni - tra romanzo psicologico, sentimentale e thriller -, che Corrado d'Elia decide di portare in scena con la sua regia al Teatro Libero fino al 10 marzo.

Sabato, 24 Gennaio 2015 17:12

La Locandiera - Teatro Litta (Milano)

Dal 13 al 25 gennaio il Teatro Litta ospita Corrado d’Elia, l’amatissimo direttore-attore-regista del Teatro Libero, il quale offre fuori casa una divertente messa in scena ‘bon bon’ creata per un celebre testo goldoniano, "La Locandiera". Si presenta con una compagnia nutrita, composta da Monica Faggiani, Alessandro Castellucci, Gustavo La Volpe, Andrea Tibaldi, Marco Brambilla e Tino Danesi. E’ di Corrado d’Elia, ovviamente, non solo la regia ma pure l’ideazione scenica, mentre le luci sono di Alessandro Tinelli e le foto di scena di Angelo Redaelli. Tutta questo concentrato di talento serve a produrre fin da subito un colpo d’occhio notevole: mentre il pubblico prende posto si ritrova a osservare il palco già illuminato, con un fondale di muri rosa confetto, luci diverse su vari scaffali e costumi indossati da chiunque appaia in scena contraddistinti da colori fluo, o quanto meno stravaganti e plasticosi. Anche la musica è pop, francese, allegra e, incredibile, quando lo spettacolo inizia, i testi sono originali e di antica foggia. Un vero Goldoni sotto mentite spoglie?

Sabato, 06 Dicembre 2014 21:09

Amleto - Teatro Litta (Milano)

Dal 27 novembre al 7 dicembre la Compagnia Teatro Libero è in scena presso il Teatro Litta di Milano con l'"Amleto" di William Shakespeare, proposto con la regia e l'interpretazione di Corrado d’Elia. Versione metropolitana, resa contemporanea, scomposta in quadri di esposizione con dissolvenze luminose e sonore, stridenti, come i sentimenti violenti di Amleto. Una rilettura quasi psicoanalitica dalla parte di Amleto, un’autoanalisi tra follia, coscienza, desideri contrastanti di vendetta e di giustizia: dove finisce l’una e inizia l’altra? Una prospettiva originale, leggermente claustrofobica e ossessiva, un lavoro di grande sforzo per gli attori che devono inserirsi con agilità in una macchina complessa. Ottima l’interpretazione corale. Testo smembrato, ridotto, mai snaturato.

Giovedì, 02 Ottobre 2014 20:21

Novecento - Teatro Libero (Milano)

Appena poche settimane di riposo e l’inarrestabile Teatro Libero di Milano inaugura la sua nuova stagione con uno spettacolo delizioso, "Novecento". Scritto da Alessandro Baricco e pubblicato nel 1994 da Feltrinelli, proprio venti anni fa, è il racconto fatto in prima persona da un trombettista jazz, Max Tooney, che possiede una storia unica e vuole dimostrare che parlare con la gente del più bravo pianista del mondo intero lui può farlo perché era il suo migliore amico. Forse l’unico.

Dieci massi poggiati sul palco, posti in cerchio attorno ad una seggiola alta ed un leggio. E’ il regno di Corrado d’Elia, direttore del Teatro Libero che dal 21 al 24 luglio ha presentato qui uno dei suoi più intimistici monologhi, La leggenda di Redenta Tiria, all’interno di una rassegna che i milanesi apprezzano sempre più, Liberi d’estate… libera l’estate!, ovvero come godersi anche a luglio e fino all’inizio di agosto i piaceri del teatro ben climatizzato, fresco e con aperitivo in omaggio a chi arriva fin dalle 19.30 per chiacchierare e fare amicizia nella piccola hall al terzo piano di via Savona 10. Non serve arrivare qui preparati sul soggetto: basta che il protagonista sia lo stesso d’Elia e il pubblico accorre, sapendo che non resterà deluso. La giovane età degli spettatori che prendono posto rende la platea allegra e vociante, nell’attesa dell’inizio. Poi si abbassano le luci e le voci. Buio. Silenzio.

Corrado d’Elia è attore, regista, produttore e direttore artistico del Teatro Libero di Milano, quindi pure dei Teatri Possibili che si aprono in diverse città italiane con scuole per attori e altre figure dell'universo teatrale, compresi tecnici e registi. Da anni ci ha regalato spettacoli interpretati in modo profondo e coinvolgente, portando sempre più spesso sul palco dei monologhi in cui ha fatto rivivere numerosi personaggi, molti divenuti veri e propri cult, con tanto di fan adoranti. Ora il Libero propone un nuovo debutto nazionale, in scena dal 27 giugno fino al 15 luglio, "Non chiamatemi Maestro": un omaggio a Giorgio Strehler progettato e diretto da Corrado d’Elia che lo interpreta, solo sul palco, seduto su uno sgabello alto, con un leggio di fronte a sé e gli spettatori non solo di fronte ma anche attorno a lui, invitati a sedersi ai due bordi laterali del palcoscenico.

Pagina 1 di 3
TOP