Lunedì, 14 Novembre 2016 20:35

Tempesta - Teatro Argot Studio (Roma)

Dal 2 al 20 novembre. “Tempesta” di William Shakespeare per la regia di Maurizio Panici è una produzione per la stagione large 2016-2017 del Teatro Argot Studio, con un impianto scenico di grande impatto, per quanto essenziale e moderno senza attualizzazioni forzate. Grande cura nel gioco di luci, nei costumi, negli inserti musicali rock. Buona interpretazione con un filo costante di ironia che coglie del Bardo la duplicità del momento aulico e scurrile come un Rembrandt del teatro: la tragedia autentica ha sempre una nota da commedia come la vita. Con Luigi Diberti, Pier Giorgio Bellocchio, Matteo Quinzi, Claudia Gusmano, Valentina Carli, Riccardo Sinibaldi e Antonio Randazzo; musiche di Giovanni Di Giandomenico; scene di Francesco Ghisu; costumi di Anna Coluccia; light design di Giuseppe Filipponio. L’aiuto regia è di Maria Stella Taccone con la collaborazione di Alessandro Carbonara.

La presentazione della nuova stagione teatrale Argot Studio 2016/2017, dal titolo evocativo, “La felicità è una cosa semplice”, testo originale con il quale si è aperta la conferenza stampa, racconta lo stile di questo spazio, una residenza e laboratorio per chi vi lavora come hanno sottolineato Tiziano Panici e Francesco Frangipane, direttori artistici Argot Studio. Nello spirito del teatro un’ampia offerta formativa e di laboratori e una stagione teatrale articolata tra classici riscritti, “classici contemporanei” di “lunga durata”, e programmazioni per un fine settimana per compagnie giovani o nuove nel panorama romano.

Un monologo delicato e struggente, divertente ed emozionante: “Mozza” è la prima prova registica della sicilianissima Claudia Gusmano, anche autrice e interprete di questo racconto semplice, frammento di esistenza autentica regalato con generosità al pubblico. Dopo il successo riscosso al debutto di marzo al Teatro Argot Studio, la nostra impavida navigante approda sulle sponde del laghetto di Villa Ada per conquistare il Roma Fringe Festival 2016.

Venerdì, 24 Aprile 2015 19:49

Giacominazza - Teatro Argot Studio (Roma)

Lo sguardo stolto della gente che ti guarda di traverso, lo sguardo "schifiato", molesto, indagatore e punitivo nei confronti di "Giacominazza" di fronte all’omosessualità dichiarata, lo sguardo del "lontani da me", di chi come Mariannina ha tante cose da nascondere, ma le ha nascoste bene e alla gente piace così… Un dialogo fra due donne, due generazioni, due modi opposti di affrontare la vita; le lega la stessa passione, lo stesso modo di voler esserci a tutti i costi contro i pregiudizi inutili della gente, contro il chiacchiericcio maligno che spesso ci perseguita senza nessun motivo preciso solo perché “la gente” ha voglia di s-parlare.

Mercoledì, 01 Ottobre 2014 20:40

Taddrarite - Piccolo Teatro Grassi (Milano)

Domenica 28 settembre si è concluso con lo spettacolo "Taddrarite (Pipistrelli)", il festival Tramedautore, presso il Piccolo Teatro di Milano, promosso da Outis, Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea, interessato a cogliere la vitalità del nostro teatro, di quello europeo e internazionale. "Taddrarite" è stato il miglior spettacolo al Roma Fringe Festival 2014; scritto e diretto da Luana Rondinelli, è una storia tragico-amara di umiliazioni e offese declinate al femminile, in una Sicilia di ieri e di oggi, immutata culturalmente. Sulla scena tre donne a lutto ed un uomo, quasi innocuo, perché nella bara.

Martedì, 03 Giugno 2014 19:48

Taddrarite - Teatro Villa Pamphilj (Roma)

Il 31 maggio per la rassegna Spettacoli al Tramonto è andato in scena al Teatro di Villa Pamphilj: "Taddrarite". Storia di tre sorelle che si raccontano durante la veglia funebre del marito di una di loro. Il velo del silenzio, del pudore, delle bugie verrà squarciato da un vortice di confessioni e dall’esplosione di emozioni, in un chiacchiericcio di musicalità e pungente ironia.

Domenica, 02 Marzo 2014 22:26

Nuda Proprietà - Teatro Carcano (Milano)

Dal 26 febbraio al 16 marzo. È un piccolo inno alla vita, un atto di fiducia nella parola sobria, intelligente e leggera. Un invito a vivere nel presente, indipendentemente dall’età; e a consegnarsi a se stessi, con onestà ed ironia. La trasposizione teatrale, prodotta da La Contemporanea e Mismaonda, è di Lidia Rivera ed è tratta dal suo romanzo "Piangi Pure", edito da Bompiani; la regia è di Emanuela Giordano, rabdomante dei veloci cambiamenti all’interno della società, promotrice del teatro inteso come spazio laico dove affrontare solitudine e assenza di comunicazione, riportando la centralità dell’incontro, dell’ascolto e della parola.

TOP