Con 6 prime assolute, 9 prime nazionali, 2 produzioni originali, 4 co-produzioni, 2 progetti in residenza, 9 laboratori e 2 progetti site-specific, torna a Roma dal 5 al 15 settembre Short Theatre, uno dei più importanti appuntamenti sul piano internazionale con le performing arts e la creazione contemporanea, giunto alla sua XIII edizione. In 10 giorni, fra La Pelanda, il Teatro Argentina, il Teatro India, le Biblioteche di Roma e alcuni spazi urbani, le creazioni di 55 fra artisti, gruppi e compagnie nazionali e internazionali con oltre 250 artisti presenti per un totale di 120 appuntamenti e uno spazio, decisamente ampio, dedicato alla formazione.

Il festival multidisciplinare Short Theatre ogni anno costruisce e ricompone una vera e propria "comunità teatrale" (di spettatori, operatori e artisti), accogliendola negli spazi de la Pelanda - centro di produzione culturale all'interno del MACRO – sede centrale del festival e, domenica 13 settembre, anche al Teatro India e alla Biblioteca Vallicelliana, per due eventi specifici. Quest'anno Short Theatre tocca il traguardo dei dieci anni scegliendo il sottotitolo - "NOSTALGIA DI FUTURO"- che richiama l'anniversario e un primo cammino compiuto. Il programma risponde alle questioni poste dal sottotitolo, in coerenza con i progetti ospiti, gli incontri, il cinema, i laboratori aperti al pubblico e le performance non solo teatrali - dove lo spettatore diventa performer a sua volta - in un gioco di rimandi e di doppi, in cui un set o un racconto particolare vengono invasi dal reale.

Si è da poco concluso a Chiusi (Si), "Orizzonti, Tra Mito e Favola, Festival delle Nuove Creazioni nelle Arti Performative (1 - 10 agosto 2014). Giunto alla sua XII edizione, contribuisce ormai a creare l’identità culturale di questa splendida cittadina toscana di circa otto mila abitanti, già conosciuta nell’antichità, come una delle più antiche ed importanti città etrusche.

Approda a Roma, per la decima stagione del Palladium, Poco lontano da qui, il progetto nato dalla collaborazione tra Chiara Guidi della Socìetas Raffaello Sanzio ed Ermanna Montanari del Teatro delle Albe. A partire dall’8 Marzo e in scena fino al 10, le due artiste – tra le maggiori esponenti internazionali della ricerca teatrale italiana – si confrontano sul palco per mettere alla prova la propria singolare ricerca vocale e le loro modalità di lavoro elaborate nel corso degli anni con le rispettive compagnie, per la prima volta fianco a fianco nell’ideazione e nella costruzione dello spettacolo.

Domenica, 11 Novembre 2012 13:30

Flatlandia - Teatro Franco Parenti (Milano)

Flatlandia

Dal 7 al 18 novembre. “Flatlandia” narra le avventure di un quadrato che abita un mondo bidimensionale e che a un tratto incontra una sfera, appartenente al mondo tridimensionale. Punto di riflessione gnoseologico e sociale, il testo viene rappresentato da Chiara Guidi mediante l’utilizzo di tutte le sfumature della voce e del suono.

TOP