Dal 29 ottobre al 3 novembre Michela Cescon firma al Piccolo Teatro Grassi la sua prima regia, restando dietro le quinte e cimentandosi con “La donna leopardo”, l’ultimo romanzo, pubblicato postumo, con cui Moravia chiudeva il ciclo avviato con “Gli indifferenti”. Una sfida ambiziosa per un testo in parte datato e facile alla banalizzazione, che si aggroviglia su stesso. L’ossessione dei meccanismi di coppia, il rischio e la tentazione dello scambio in situazioni ‘confinate’, il dramma della gelosia e la fissazione del sesso al centro della scena. Forse la regia non è riuscita a imprimere un marchio di fabbrica riconoscibile. Interessante l’allestimento, essenziale, moderno, a tratti stridente con lo spettacolo e la storia, come gli interventi di teatro danza che attualizzano la vicenda. In scena, Valentina Banci, Olivia Magnani, Daniele Natali e Paolo Sassanelli.

Riccardo de Torrebruna si cimenta nell'affascinante e complessa messa in scena di Carver. "Cattedrale" è uno dei racconti più belli e forse il più famoso dello scrittore americano, considerato il capostipite del minimalismo letterario americano. I suoi protagonisti sono individui umili, spesso disperati, che si dibattono e si trascinano attraverso le coltri di grigia quotidianità per svelare, spesso solo per un attimo, quel poco di poesia che resta loro dentro. Il regista, grazie ad un racconto inedito di Tess Gallagher, moglie di Carver, ricevuto da Riccardo Duranti, traduttore e amico dello scrittore, riesce a rielaborare e a far vivere la storia attraverso gli occhi del personaggio femminile.

Martedì, 15 Aprile 2014 19:01

Nella Cattedrale - Teatro Spazio Uno (Roma)

Dal 9 al 19 aprile “Nella Cattedrale”, adattamento originale di Riccardo de Torrebruna del racconto dello statunitense Raymond Carver, in scena al Teatro Spazio Uno. Indagine sul tema della vista e della cecità come emblema del diverso e dell’estraneo, in due atti carichi di tensione.

TOP