ZERO IN ON - Somebody Stole The Clouds EP (Autoproduzione, 2012)

Scritto da  Sabato, 22 Settembre 2012 

ZERO IN ON - Somebody Stole The Clouds EPGli Zero In On sono un gruppo rock che arriva da Locarno e attivo dal 2000. Sino ad oggi hanno pubblicato tre album. Il 2012 vede la produzione di “Somebody Stole The Clouds”, un Ep acustico molto interessante che prende leggermente le distanze dal sound tipico della band. Un folk rock di protesta sociale che rende il disco energico ed emozionante.

 

 

 

 

Genere: Rock, Folk

Voto: 8/10

Ascolta anche: Muse, The Nightwatchman (Tom Morello)

 

Gli Zero In On sono un gruppo rock che arriva da Locarno in Svizzera. Sono attivi dal 2000. Inizialmente nascono come un “duo” con Mattia Stefanini alla batteria e Elias Bertini alla chitarra e al piano. Solo con l'uscita del primo disco, “The Oblivion Fair” (2004), Gian Andrea Costa entrerà in formazione fissa come bassista.

Ad oggi contano tre dischi, tutti ben accolti dalla critica e dal pubblico.

Il 2012 vede la produzione di “Somebody Stole The Clouds”, un Ep molto interessante in acustico che prende leggermente le distanze dal sound tipico della band.

Un disco sicuramente riuscito, semplice, fluido ed emozionante.

L'attenzione si focalizza sul singolo che dà il nome al disco “Indignados (Somebody Stole The Clouds)”, canzone intensa sul piano musicale e provocante sul piano lirico in quanto tratta un tema così attuale e così dibattuto quale i dissidi in America di “Occupy Wall Street”, ma facendo riferimento all'intero movimento di protesta a livello mondiale.

L'aspetto della critica sociale non è nuovo per gli Zero In On, ma sicuramente quella in “Indignados” è la meno celata.

Nel complesso all'ascolto il brano è struggente, in maniera ancor più accentuata se abbinato alla visione del bellissimo video di “Indignados”.

Un sound folk rock per parlare di politica e società ricordando le lezioni di Woody Guthrie.

La voce tende spesso a ricercare sonorità in puro stile Muse, mentre il clima generale che si viene a creare non può che far riferimento all'ormai famoso progetto di Tom Morello “The Nightwatchman”. Anzi, se devo essere sincero, penso proprio che l'ispirazione arrivi direttamente da questa fonte. In ogni caso il risultato è lodevole.

L'unico difetto dell'EP però è quello di essere riuscito poco a variare da canzone a canzone. Mi spiego meglio: tra le prime quattro tracce si viene a creare un continuum sonoro che non riesce tanto a differenziare una canzone dall'altra, ovvero l'idea buona c'è, ma è un po' troppo ripetitiva. Per avere un cambiamento di sound bisognerà aspettare la traccia numero cinque cioè “Sgt Dylan Sand”, brano molto originale e accattivante.

Ma ricordiamoci che questo è solo un Ep.

Quindi aspettiamo il prossimo disco per sentire come questa esperienza ha influenzato la band.

 

 

 

TRACKLIST

1. You Belong To A Star

2. Lonely Heart

3. Hey You

4. Indignados (Somebody Stole The Clouds)

5. Sgt Dylan Sand

 

ZERO IN ON sono:

Mattia Stefanini: batteria

Elias Bertini:chitarra e piano

Gian Andrea Costa:basso

 

Articolo di: Luca Massironi

Grazie a: Ja.La.

TOP