SPASULATI - La vida (MK Records, 2012)

Scritto da  Martedì, 28 Agosto 2012 

SPASULATI - La vidaDopo “Kilometrando” gli Spasulati (nati a Santa Sofia d’Epiro, Cosenza) tornano alle radici reggae e dub con “La vida”. La condivisione è l’elemento centrale, tant’è che la band introduce nei testi una moltitudine di lingue: la dimensione di gruppo che diventa World.

 

 

Genere: Reggae/Dub

Voto: 7/10

Ascolta anche: -

 

“Al vita corre, si contorce, si modifica. La vita è sempre… la vida è ora”.

La filosofia nascosta dietro “La vida” è il riappropriarsi di quella dimensione di gruppo, quella condivisione fraterna che nasce nei luoghi di creazione e di “Vida” comune.

La band Spasulati (ovvero “spiantati”) nasce nel 1996 a Santa Sofia d’Epiro (Cosenza), un luogo minuscolo sulle colline tra il Mar Jonio e la Sila greca.

Dopo il Cd “Kilometrando” e il cambio di formazione, gli Spasulati tornano alle proprie radici reggae e dub, mescolando sapientemente una manciata di lingue (inglese, italiano, francese e spagnolo) e la loro lingua madre, l’Arbereshe (lingua parlata nelle colonie Albanesi del Sud Italia – Albanese Antico).

Molti studiano come allungare la vita quando invece bisognerebbe allargarla”, diceva Luciano De Crescenzo. Gli Spasulati, si fanno portatori della filosofia dell’ ‘allargamento’, uno dei punti cardine della dottrina Rastafariana. Una farfalla è il “manifesto” ideale per “La Vida” : simbolo di un’esistenza mutevole, leggera ed esse.

Il disco prende il via proprio con la title track “Vida” con una commistione di linguaggi ed un ritmo reggae trascinante ed allegro: l’allegria della vita è un fatto contagioso. “Vagabondi” è ad un passo (trascinantissimo!) da “Pagueç” (“Pagate”), un mantra (per me incomprensibile!) che mi sa di denuncia (così, a naso!).

Entusiasmante è “Adesso se puoi”, dal ritmo concentrico, ipnotico, sensuale e dall’appeal radiofonico. “U e TP” (“Io e Tony P”) è western-dub, con riverberi, eco e melodia.

Waiting for My Love” ha il titolo in inglese, e sorpresa (tra le tante!) ha il testo (anche) in italiano: “Io resto qui ad aspettare il dolce risveglio”.

Somenatë u zgjova” (“Stamattina mi son svegliato”) cede il passo a “Brucia”: spazi per respirare. Bruaciano le mani, i pensieri, brucia tutto, senza lei.

Chiude “Kultura Ndërron” (“La cultura cambia”).

“La vida” è un inno alla vita, un concentrato reggae e dub dove la scelta della lingua diventa elemento fondamentale. Come la vita si modifica, la lingua utilizzata si modifica e cambia all’interno di uno stesso brano.

Gli Spasulati, spiantati di denari e ricchi di idee!

 

 

 

 

TRACKLIST

1. Vida

2. Vagabondi

3. Pagueç

4. Adesso se puoi

5. U e TP

6. Og o Jo

7. Waiting for My Love

8. Somenatë u zgjova

9. Brucia

10. Kultura Ndërron

 

SPASULATI sono:

Fabi “il Zalles”: voce, basso

Carmine “Pizzuti” Guido: sax

Tony Perri: chitarra, voce

Federico “me Feder” Baffa: tastiere, fisarmonica

Antonio Chiarella: batteria, percussioni

 

Articolo di: Ilario Pisanu

Grazie a: On Mag Promotion

TOP