SIMONE BALDINI TOSI - Mentepresente (MaterialiSonori, 2018)

Scritto da  Venerdì, 21 Settembre 2018 

Mentepresente del polistrumentista, compositore e autore Simone Baldini Tosi, nato a San Giovanni Valdarno, in provincia di Arezzo nel 1973, è l’ultima sua fatica uscita nel 2018 in collaborazione con l’etichetta MaterialiSonori, prodotto come cd e in versione digitale.

L’album, il quarto, è impregnato della dimensione spirituale e delle scelte di vita del cantautore, appassionato di filosofia yoga e spiritualità orientale che, non è un dettaglio, ha scelto l’alimentazione vegana. Una vera e propria prosa musicale, una sorta di preghiera laica, una descrizione di luoghi e atmosfere che rivela una capacità iconografica non così comune nella scrittura musicale. L’ispirazione new age è presente come un sottofondo: dieci brani evocativi di strumenti orientali incontrano però la canzone d’autore, uscendo da quell’indistinta sonorità tipica di certa musica orientale, per ritagliarsi su testi densi. Il disco riunisce alcuni brani inediti ispirati dalle parole di alcuni pensatori orientali come Milarepa, Shankara, Gautama e i contemporanei come Thich Nhat Hanh, Vimala Takar, Krisnamurti. Ai testi delle canzoni si alternano flussi musicali in forma di mantra.

Nell’album è presente anche un’interpretazione di Montesole di Giovanni Lindo Ferretti sul tema del Dharma. Simone inizia fin dall'infanzia a studiare musica. Scopre crescendo una profonda passione per il canto e quindi, mentre frequenta il conservatorio "Luigi Cherubini" di Firenze, fa i suoi primi concerti live spaziando dalla musica leggera, al rock progressive (Midian, Moongarden, Soundwall Project), alla musica minimalista, oltre che classica. Si diploma in violino e continua parallelamente alla sua attività di cantante e cantautore a studiare. Grazie alla collaborazione artistica con Fabrizio Federighi nel 2012 Simone entra nel gruppo "Sugar Music" come autore e co-produttore. Nel 2013 Marco Mengoni, vincitore del Festival di Sanremo di quell'anno, sceglie il brano Una parola (testo e musica di Simone Baldini Tosi), per il suo disco #Pronto a correre.

Nel 2014 dirige e canta nel progetto di sua ideazione Leggera Sinfonia dove la musica classica, quella popolare e quella elettronica si fondono in un linguaggio nuovo. Lo studio della direzione di orchestra lo porta al allargare la sua attività artistica e quindi dirige a Firenze l'Inno alla gioia di Beethoven e a Roma al "Pala Tiziano" le musiche di Richard Strauss. Nel luglio 2015 viene invitato come voce solista dalla Fantomatik Orchestra durante la loro esibizione al Pistoia Blues Festival '15. 


Articolo di: Ilaria Guidantoni
Grazie a: Materiali sonori
Sul web: www.simonebaldinitosi.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP