PAGLIACCIO - La maratona (Costello's records, 2015)

Scritto da  Venerdì, 05 Giugno 2015 

Tante belle idee in questo disco, il secondo dei biellesi Pagliaccio. Si intitola "La Maratona" e racconta di un percorso quotidiano ricco di sfumature e di amara ironia.

Voto: 9/10
Genere: Pop, alternative


Se decidi di chiamare il tuo gruppo Pagliaccio devi sicuramente essere dotato di un’autoironia sopra la media. Anche perché sennò diventerebbe difficile da giustificare un nome simile. Con il primo lavoro, del 2012 il combo biellese era riuscito abbastanza bene nell’intento. Il loro“EroIronico” era stato un lavoro che sin dal titolo rispecchiava ampiamente le velleità artistiche e stilistiche della band.

“La maratona” arriva a tre anni di distanza e senza discostarsi troppo dal pop accattivante e caustico degli esordi riesce perfettamente nell’intento di potenziare quanto di buono era stato messo in campo fino ad oggi. Ad essere onesti sembra ormai un trend consolidato quello di collocarsi in quel filone fortunato che  scandaglia il quotidiano e lo racconta con cinismo distaccato e ironico. Una scena talvolta intelligente che strizza l’occhio al mercato con melodie semplici e testi intelligenti. Capita poi che a volersi infilare in un sentiero battuto si finisca molto spesso per perdere la retta via e per produrre musica di pessima qualità.

I Pagliaccio entrano ed escono con disinvoltura da questo calderone e sfornano dieci episodi molto interessanti, una “maratona” musicale che parla di musica, di vita, di gioie e di frustrazioni supportata da un tappeto sonoro che per fortuna rimane al di sopra del livello spesso mediocre di molti paladini del genere. “Amore cieco” è senza ombra di dubbio il mio brano preferito, quello che rispecchia meglio i colori musicali e lessicali del gruppo. Un incontro tra Subsonica e Lo Stato Sociale senza dover pagare pegno a nessuna delle due formazioni citate. Altri episodi di valore sono sicuramente “Vai Vai Ciao”, abbinata ad un video molto bello, “La doppia negazione” e “Portiere Volante”. In questi tre episodi i tre nerds biellesi giocano sulle fatiche della vita e sulle contraddizioni della società attuale, colorando le loro narrazioni con elettronica e un tappeto ritmico fresco e divertente.

Ascoltando qualche video live si capisce benissimo come le capacità tecniche del gruppo, assolutamente presenti, siano messe a disposizione della musica. Poco altro da dire. I ragazzi sono bravi e meritano, bisogna supportarli. Ma a quanto pare sono già in molti a credere in loro visto che la campagna di raccolta fondi su Musicraiser ha raggiunto il 149 % del totale.


TRACKLIST:
1. Vai Vai Ciao
2. Avere 80 Anni
3. Amore Cieco
4. La Doppia Negazione
5. Risiko
6. Mah
7. L’Occasione
8. Portiere Volante
9. Ci Vediamo a Casa
10. Pagliacci Tutti Voi!


Articolo di: Carlo Raviola
Grazie a: Pagliaccio
Sul web: pagliaccio.org - facebook.com/pagliaccioofficial

Carlo Raviola

Nato a Mondovì (Cuneo) il 31-03-75, Ariete purosangue. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Storico, sono Giornalista pubblicista con numerose esperienze alle spalle, non solo in ambito musicale. Tanti lavori nel mio CV, l'unico stabile è sempre rimasto quello del musicista, attività che pratico professionalmente da ormai 15 anni. Bassista e poco chitarrista, collaboro inoltre con alcune associazioni che si occupano di diffondere e divulgare musica.




Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP