NICHELODEON - Il gioco del silenzio (Lizard, 2010)

Scritto da  Sabato, 20 Novembre 2010 

NICHELODEON - Il gioco del silenzio cdMusica da vedere, immagini da ascoltare. Primo disco in studio per i Nichelodeon dopo il live “Cinemanemico”. Claudio Milano e colleghi dipingono in “Il gioco del silenzio” un quadro dove il silenzio è la loro particolare forma per esprimere pensieri ed emozioni.

 

 

 

Genere: Sperimentale/Elettroacustica/Psichedelica

Voto: 8/10

Ascolta anche: -

 

Musica da vedere, immagini da ascoltare.

Questo il succo dei Nichelodeon, progetto del 2007 che unisce sperimentazione, teatro e musica: ovvero musica “d’autore obliqua e visionaria” aperta alla contaminazione di generi musicali e delle arti.

Dopo il bellissimo “Cinemanemico” (che abbiamo recensito), esperimento live del 2008, il gruppo esce con il primo studio album: “Il gioco del silenzio”, anticipato da “Apnea”, il singolo.

“Il gioco del silenzio” riprende 4 tracce del precedente “Cinemanemico” e le ripropone in studio, più 8 brani nuovi di zecca, ai quali si aggiunge il Dvd “Come sta Annie? Twin Peaks 20th Anniversary Show” che contiene 7 brani live tratti da “Il gioco del silenzio” più 6 pezzi di “Passaggio nella loggia nera” tratto da “Twin Peaks live soundtrack”. Il Dvd è stato registrato durante una performance al Bloom di Mezzago.

“Il gioco del silenzio” si apre con “Fame” (contenuto in “Cinemanemico” insieme alla splendida “Malamore e la Luna”, “Amanti in guerra” e “Ciò che rimane”) per proseguire con l’inedito “Fiaba”, una meraviglia di circa 7 minuti (loro sono sempre prolissi!) dove si eleva una tragica preghiera dalla splendida voce di Claudio Milano: “Liberami dall’odio che è in me”.

Claustrofilia” (l’esatto contrario della claustrofobia) è inquietante, quasi quanto il titolo. Un senso di angoscia si eleva, risvegliando attacchi di panico sopiti per anni. “Apnea” (guarda il video) è un groviglio di emozioni che rappresenta l’anima dei Nichelodeon. Chi si aspetta un brano “radiofonico”, perda ogni speranza.

Gli otto minuti di “Lana di vetro” lasciano posto alla conclusiva “Ciò che rimane”.

Il gioco del silenzio” ha un bel booklet, dove di ogni traccia è riportato il testo in italiano e la relativa traduzione in inglese. “Silenzio” inteso non come assenza di musica, ma come reale espressione di pensieri ed emozioni.

Ah, nei crediti sul libretto c'è anche un ringraziamento al sottoscritto!

 

 

 

 

 

TRACKLIST

1. Fame

2. Fiaba

3. Claustrofilia

4. Malamore e la Luna

5. Amanti in guerra

6. Ombre cinesi

7. Apnea

8. Il giardino degli altri

9. La corsa dei trattori

10. Se

11. Lana di vetro

12. Ciò che rimane

 

NICHELODEON sono:

Francesco Chiapperini: sassofono, clarinetto, EWI, clarinetto, flauto

Andrea Illuminati: piano, melodica, bombarda

Claudio Milano: voce

Andrea Murada: percussioni, effetti sonori, didjeridoo, rhythmic vocals, flauto

Max Pierini: contrabbasso elettrico, ocarina

Luca Pissavini: violoncello elettrico, viola elettrificata, sintetizzatore, radio, strumenti giocattolo

Lorenzo Sempio: chitarra elettrica, chitarra baritona, effetti

 

Articolo di: Ilario Pisanu

Recensioni correlate: NICHELODEON - Cinemanemico (Autoproduzione, 2008)

Grazie a: Claudio Milano

Sul web: MySpace - www.claudiomilano.it  

 

TOP