MIA WALLACE - Va Meglio (Autoproduzione, 2012)

Scritto da  Venerdì, 07 Dicembre 2012 

La semplicità è una dote e fanno bene i Mia Wallace a farne una bandiera nel loro primo disco “Va meglio”. Con 4 accordi si possono suonare melodie straordinarie. Chiedetelo ai Beatles.

 

 

Genere: indie, rock
Voto: 7/10
Ascolta anche: Luminal, Irene Grandi, Marina Rei


“Né riot girl né cantautrici da cameretta, le Mia Wallace amano e suonano il rock, quello senza fronzoli, che non richiede tecnicismi ma molta costanza e coerenza.” Per la serie: patti chiari, amicizia lunga. Queste lapidarie e inequivocabili parole campeggiano nel comunicato stampa di “Va Meglio”, il primo disco dei Mia Wallace, rock band dal passato movimentato e dal presente quanto mai degno d’ascolto e attenzione.


In “Va meglio” è la semplicità a farsi sentire e le Wallace hanno il coraggio di sceglierla: brani coerenti e fortemente legati l'uno all'altro da un sottilissimo filo rosso musicale.


Dalle primissime battute, l’orecchio cade inevitabilmente su una voce bella profonda ma che nei pochi slanci acuti stupisce per qualità e somiglianza con le armonie di Marina Rei e Irene Grandi, due poderose voci rock, nonostante tutto.


Arrangiamenti un pò troppo scarni, frutto di un parco suoni volutamente essenziale: ciò produce un sound crudo ma spesso ripetuto viste le limitate combinazioni. È il bello di scegliere: guadagni moltissimo ma a qualcosa devi rinunciare.


Ma quando l’ascolto inizia a farsi un poco prevedibile, ecco che arriva “Can’t get you out of my paranoid”, mash up atipico e per niente ortodosso, anzi per i fan dei Black Sabbath e per quelli di Kylie Minogue una vera blasfemia. Per questo ci piace! Infatti, “Paranoid” e la “Can't get you out of my head”, apripista di hit ultra pop dove la sillaba regna sulla parola (risentire il ritornello per credere), sono incastrati in modo tale che diventino qualcosa più che un remix o un riarrangiamento.


I pezzi migliori? Sicuramente “Dura Madre” e “Divina e fragile”.


Nel complesso “Va Meglio” è un buon disco dal messaggio limpido: fare rock in modo semplice. È sicuramente l'urgenza di riavere nelle orecchie suoni non contaminati dall'elettronica o altro, e il motivo di questa scelta che comprendiamo pienamente. In questo periodo, illustri gruppi storicamente radicati a sonorità rock, virano pericolosamente verso sperimentazioni mentre gruppi emergenti fuggono da questo genere a favore di qualcosa di più ricercato e, secondo loro, originale. In entrambi i casi l’esito è spesso fallimentare: non sempre la preparazione, la cultura musicale e le premesse del progetto producono un lavoro degno.


Le Mia Wallace scelgono la semplicità di un rock essenziale e dicono che così "Va Meglio".

 

TRACKLIST
1. Va meglio
2. Giù al Nord
3. Tutto tranne che leggerezza
4. Pussycat! Kill! Kill!
5. Six shooter
6. Can’t get you out of my paranoid
7. Dura Madre
8. Canzone d’amore
9. Divina e fragile


MIA WALLACE sono:
Alessandra Annibali - voce e chitarra
Valentina Carta - chitarra
Micol Del Pozzo - basso
Pasquale Montesano – batteria


Articolo di: Giovanni Villani
Grazie a: Pasquale Montesano
Sul web: https://www.facebook.com/mia.wallace.52012

 

TOP