LUCA BUSSOLETTI - Il cantacronache (IlFattoQuotidiano, 2011)

Scritto da  Martedì, 08 Novembre 2011 

LUCA BUSSOLETTI - Il cantacronacheLa cronaca dell’oggi vista dagli occhi di un ironico menestrello della nuova stagione di cantautori italiani. Un Dante del moderno, una Divina Commedia con un solo canto!

  

 

 

 

Genere: cantacronache

Voto: 7/10

Ascolta anche: -

 

Per chi, come me, è di natura reticente ad ascoltare lavori musicali pubblicati da enti, giornali o quant’altro, non immagina che, in questo caso, dietro l’idea del Il FattoQuotidiano ci fosse seriamente la volontà di promuovere l’esordio di Luca Bussoletti solo per le sue qualità artistiche e non per scelte redazionali di alcuna natura.

Ciò che colpisce nel “Il cantacronache” è il modo singolare di esprimere il disagio generazionale dei trentenni di oggi; senza retorica o scelte di campo assistiamo ad una versione estesa del quotidiano già citato, in musica, pensiero critico di un’Italia differente, l’Italia di chi apre gli occhi e, “vede il traffico nel mondo”, “Un traffico stupendo”, di chi, in questa società senza futuro, sarà “un vecchio Peter Pan che non fa più le tre e non vede di buon occhio la battaglia”.

Con l’aiuto di nomi illustri come Dario Fo, Ascanio Celestini e di ottimi musicisti; fra i Subsonica meno elettronici ed un Daniele Silvestri in splendida forma, “Il cantacronache” scivola senza alcun intralcio. Nello spazio di un solo brano non puoi non innamorarti della leggerezza, della sobrietà, dell’obbiettività dell’intero album.

L’amarezza, il disagio, la precarietà oramai stabilizzata, la globalizzazione, l’attualità, la formazione, la nuova emigrazione: ogni brano è un quadro ironico dell’odierno Limbo italiano.

Nel calderone di Luca Bussoletti c’è tutto e ce n’é per tutti…

Un Dante del moderno, una Divina Commedia con un solo canto!       

 

 

TRACKLIST

1. A spasso col mio cane

2. La sindrome di peter pan

3. A solo un metro (feat. Dario fo)

4. Patrizio l’emigrante

5. C’era una volta un re

6. Buon natale

7. Corinna

8. Mi amo

9. Quando diventi acqua

10. Tutto giù per aria + l’aereo di carta di ascanio celestini

 

Hanno suonato in questo disco:

Riccardo Corso: chitarre acustiche, chitarre elettriche, basso, programmazione e sinth

Salvatore Romano: chitarra acustica

Andrea Nicolè: batteria

Andy Bartolucci: pianoforte

Piero Ducros D’Andria: basso

 

Articolo di: bianco

Grazie a: Luca Bussoletti

Sul web: www.lucabussoletti.com

TOP