LOSBURLA - Stupefacente (Inri/Alabianca, 2016)

Scritto da  Sabato, 26 Novembre 2016 

"Stupefacente" di Losburla: un manuale rock per anime in cerca di una propria coscienza

Genere: Rock
Voto: 7,5/10


Losburla ci regala un Cd di grande spessore lirico, fotografia del mondo giovanile fatto di studenti fuoricorso, fuori sede, fuori sincrono con il mondo adulto ma perfettamente calati nella realtà virtuale dei social. "Le promesse", "Specchi" e "Il mio cane veste Prada" sono vere e proprie pagine educative, manuali per un upgrade mentale, cartelli stradali per anime sperdute che ancora non hanno capito quali segni inseguire per trovare una propria coscienza in questo mondo, questa nostra attualità, fatta di solitudine e vuoto interiore.

Predica l'umiltà, professa la coerenza, richiama i Led Zeppelin, condanna la spocchia, il narcisismo, elogia la parola dal potere taumaturgico e rivisita gli anni '70 con la spartana formula: "basso chitarra e batteria". Ha talento melodico ma non affonda il colpo, lascia intuire grandi potenziali ma non ne fa sfoggio, la sua erre moscia lo avvicina a Verner ma dal grande autore casertano si discosta perché è molto più pudico nel parlare d'amore. Il suo occhio sembra mettere a fuoco soprattutto il sociale. E troppo spesso nelle sue analisi, ha ragione da vendere.

Ai cittadini liberi (come li chiama lui), agli illusi e ai disillusi che si avvicinano alla sua poetica, suggerisco l'ascolto delle prime quattro tracce con un occhio di riguardo al suo biglietto da visita, il suo primo brano, la title track, quel ruvido racconto di un sogno che è "Stupefacente", un proclama politico, un comizio confidenziale, un flusso di parole  megafonizzato capace di unire Asti e Torino, la provincia e la luna, il Tanaro e la Tav in un agitato anelar hasta la victoria (siempre!). Se solo non stonasse con cotanto impegno e baldanza...


TRACKLIST:
1. Stupefacente
2. Le promesse
3. Specchi
4. Il tuo cane veste Prada
5. Biondino
6. Funghi
7. Ferite
8. Tutti uguali
9. Un modo per dirtelo
10. I cittadini sono liberi
11. Ti ho visto in piazza


Hanno suonato:
- Carmelo Pipitone: chitarra
- Davide Paolini: batteria
- Losburla: basso chitarra, voce


Articolo di: José Leaci
Grazie a: Libellula
Sul web: facebook.com/losburlaofficial

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP