LORISDALI' - Scimpanzè (Autoproduzione, 2015)

Scritto da  Giovedì, 22 Gennaio 2015 

"Scimpanze" è un bel condensato di emozioni che fa davvero molto ben sperare per il futuro del cantautore piemontese LorisDalì.

Genere: Cantautorale
Voto: 8/10


Una voce tra le tantissime. Una piccola protesta che sembra poter essere immensa. "Voglio conquistare tutte le osterie d'Italia": questo, o molto di più, è lo scopo che si prefigge in una delle sue interviste LorisDalì, piemontese, classe 1974, cantautore a tempo pieno, padre di famiglia. Una passeggiata fiera tra i sapori e i dolori di un'Italia bella ma in piena crisi. Fortissima la presenza di De André, Guccini, Rino Gaetano ma anche di sonorità più care agli ultimi Mannarino e Brunori (qualche eco del Teatro degli Orrori su alcuni espedienti narrativi). Insomma tematiche moderne che flirtano con la tradizione. Ma quanta passione ne esce...

Un disco intrigante, risultato di un buon osservatore; un menestrello saggio e mai saccente che riesce a strapparci facili sorrisi in brani come "Manager", a sfornare al tempo stesso melodie particolarmente radiofoniche, dai testi pungenti ("Evviva l'Italia") o a produrre credibilissime descrizioni di cruda quotidianità ("Di nuovo ubriaco"). LorisDalì spesso non ha peli sulla lingua; accusa i politici, la cialtroneria, la demagogia, i codardi, l'Italia, il calcio, i Modà, dice le cosiddette parolacce. "Facciamo la rivoluzione cantando un pezzo dei Modà". Ci sta. "Guardiamo la nazionale e l'Italia muore". Anche.

"Scimpanzè" sembra essere costituito a mo' di diga. Si vaga continuamente tra flussi di vita famigliare ed istantanee di un'Italia che sbanda. C'e' molto intimità ma anche molto folklore. Ambientazioni della serie: dal parlamento al bar sotto casa. E questo aprire e chiudere la porta della propria abitazione fa scorrere con estrema naturalezza tutto l'album. Poesia, teatro, cabaret; c'e' una leggera vena glamour mista ad incazzatura genuina che ben racconta i sogni e gli errori di una vita.

Contornato da tutta una serie di coraggiosi gioiellini sonori (dai cori registrati dai propri famigliari, passando per fisarmonica/tuba/scacciapensieri sino ad arrivare al campionamento della voci dei vari Grillo/Berlusca e a citazioni di “hits” storiche ampiamente diffuse come l'inno nazionale e l'hallelujah), "Scimpanze" è un bel condensato di emozioni che fa davvero molto ben sperare per il futuro di questo artista giovane dentro. Per chi la vita se la gusta con calma ma allo stesso tempo non vuole restare in disparte quando c'è da gridare.


TRACKLIST:
01. C'era una volta
02. Evviva l'Italia
03. Manager
04. Di nuovo ubriaco
05. Il principe di piazza Castello
06. Rivoluzione
07. Preghiera
08. Vita coniugale
09. Se dovessi morire adesso
10. Funerale
11. Quasi le tre
12. Scimpanzè


Articolo di: Frank Lavorino
Grazie a: Blob agency
Sul web: facebook.com/pages/Loris-Dali/113669168643208

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP