LE LARVE - Non sono d'accordo (Ldm Records, 2016)

Scritto da  Sabato, 27 Agosto 2016 

"Non sono d'accordo" de Le Larve: un crossover urgente di rabbia e malinconia

Genere: Crossover
Voto: 7,5/10


Per Le Larve e il loro roboante "Non sono d'accordo", scomodiamo Eugenio Finardi, un rocker mica da ridere che nella indimenticabile "Musica ribelle" faceva dire a Marco: "Qua da noi la musica non è male, quello che non reggo sono solo le parole". Ecco: io mi sento come il Marco di Finardi. Secondo me, in "Non sono d'accordo" si ascoltano delle belle musiche a cominciare da "Il primo natale dopo la fine del mondo", continuando con "Fantasmi" malinconica e dolce (la musica), la fragorosa "Essere", l'incalzante "Se è vero", o le più dolci "Quello che sono" e "Tea delle cinque" ma i testi li trovo insopportabili. E i testi la fanno da padrone.

La voce di Castagna è sempre urgente, spesso strappata, come se fosse sull'orlo di una crisi di nervi, precisamente intenzionata ad afferrare tutta l'attenzione. Il cantante sembra avere voglia di dire "tutto" ma lo fa quasi sempre con rabbia e le frasi che poggia sul tessuto musicale hanno tra loro un legame che non è dato scoprire facilmente. Si raccolgono schegge misteriose, brevissime impressioni, motti inquietanti, misoginia (come si fa a dare della cagna nel 2016? Fosse anche una donna traditrice o di facili costumi, suvvia...). Si sussulta tra invettive, leggero turpiloquio, collera sincera, accorate richieste d'amore e rimpianto. Il numero delle tessere è infinito quindi il talento di chi ha composto le canzoni è molto forte. Ma all'ascolto anche in cuffia risulta inafferrabile il disegno d'insieme e non v'è singola canzone di cui io riesca a fare il riassunto della storia narrata.

Mi restano solo le sensazioni emotive di protesta senza la coerenza e la linearità del racconto. Mi illudo di aver capito "Essere" (ce l'ha con me), di aver intravisto una luce ne "La notte" e di sentire finalmente una speranza nel gran finale: "Trova un posto migliore" ma non oserei mai chiedere conferma all'autore avendo timore di una sua reazione esplosiva. Comunque non preoccupiamoci: ascoltando troppo le parole, si perde l'attenzione dovuta al ritmo, alle scelte melodiche, ai sostegni armonici e all'arrangiamento sempre di ottimo livello. Mi consolo con la musica, infatti le doti creative di Jacopo Castagna sono così forti che, appena abbandonerà lo stile iroso-criptico, produrrà capolavori indiscutibili.


TRACKLIST:
1. Il primo natale dopo la fine del mondo
2. Fantasmi
3. Tomaszek
4. Essere
5. Se è vero
6. Quello che sono
7. Proteggi i bambini
8. Tea delle cinque
9. La notte
10. La fossa delle speranze
11. Trova un posto migliore
12. L'ultimo natale prima della fine del mondo


LE LARVE sono:
- Stefano Mura: chitarre elettriche
- Mattia Micalich: basso
- Edoardo Bozzo: batteria
- Jacopo Morrone: chitarre acustiche
- Jacopo Castagna: voce


Articolo di: José Leaci
Grazie a: Brizio press
Sul web: facebook.com/lelarvemusic

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP