L’INFERNO DI ORFEO - Canzoni dalla voliera (Hertz Brigade, 2011)

Scritto da  Martedì, 21 Giugno 2011 

L’INFERNO DI ORFEO - Canzoni dalla voliera (Hertz Brigade, 2011)Il libero esordio dei L’inferno Di Orfeo è un buon lavoro dichiaratamente autoriale ma con molte sorprese all’interno

 

 

 

 

 

 

 

 

Genere: Pop-Rock D’autore progressivo

 

Voto: 6.9/10

 

Ascolta anche: -

 

 

 

Versatile e tematico, estrapolatore di un genere prettamente “all’italiana” che va dal Jazz d’autore al Progressive, dal Pop al Rock energico, L’inferno Di Orfeo è un collettivo piemontese all’attivo da una decina di anni ma al loro primo album sulla lunga distanza; “Canzoni dalla voliera” vuole essere in tal senso un sunto di una carriera costellata da premi vinti e da un progressivo maturare d’intenti e visioni che li hanno portati ad esser prodotti dall’etichetta torinese Hertz Brigade.

 

La gabbia da cui L’Inferno di Orfeo si aprono al mondo è il luogo dove tutti condividiamo il malessere e la sensazione disarmante di inefficacia verso un miglioramento condiviso, ma anche la sintesi di rapporti umani spesso degenerati nella falsità o nella privata condivisione di piccoli attimi perfetti.

 

I brani maggiormente rappresentativi, “In collina, lontano”, “L’età lirica”, “Non ho mai creduto nel fango”, indicano decisamente delle affinità con le sonorità dei Franti (del periodo Lalli), alcune atmosfere  dei Quintorigo (all’occorrenza vedere il loro videoclip di “Nero vivo”) e delle similitudini vocali con la Carmen Consoli nazionale.

 

Canzoni dalla voliera” è un disco riuscito se guardiamo solo ad un giudizio tecnico-obiettivo, un po’ meno se in esso pensiamo di trovare delle novità epocali o delle trovate geniali.

 

Tutto sommato i brani girano e, seppur dentro una “gabbia”, potremmo tutti tentare di prendere il volo verso lidi migliori. 

 

 

 

 

 

TRACKLIST

 

1. Di piccola vita

 

2. Il canto che porti dentro

 

3. In collina lontano

 

4. Nonostante il resto

 

5. Notturno isterico

 

6. Mani giunte

 

7. Trent’anni

 

8. Rovescio (abili bambini al fraticidio)

 

9. Non si era detto di parlare?

 

10. L’età lirica

 

11. Non ho mai creduto nel fango

 

12. In piccola vita

 

 

 

L’INFERNO DI ORFEO sono:

 

Sydney Silotto: voce, parole, tasti

 

Carlo Lodico: chitarre elettriche, acustiche, banjo, dobro

 

Daniele Manassero: batteria, percussioni

 

Daniele Rublev Elmo: basso, cori

 

 

 

Articolo di: bianco

 

Grazie a: Libellula Music

 

Sul web: www.linfernodiorfeo.itwww.hertzbrigade.com

TOP