GUIDOS - Avocado (Autoproduzione, 2011)

Scritto da  Martedì, 15 Novembre 2011 

GUIDOS - AvocadoI Guidos hanno già vinto la loro battaglia contro l’anonimato: sono sicuramente una delle novità più allettanti del 2011!

 

 

 

 

Genere: Rock per Organi Attenti

Voto: 7.7/10

Ascolta anche: Dario Antonetti, Dente, MGZ

 

È un’allegra brigata questa dei Guidos, in “Avocado” si respira a primo impatto un’aria pulita di semplicità, raffinate intuizioni Rock e formule primordiali di Cantautorato Post ‘70.

Sottili rifrangenze Pop, assiepate nell’oscuro meandro del “già ascoltato”, si dissipano nella nebbia per poter riemergere rinvigorite e nuove come solo i bravi artisti sanno fare.

I Guidos non si arrestano sugli allori e seminano oggi per progredire domani; dove nei brani si percepisce ingenuità loro sono pronti, ed io a scommetterci, già per il futuro, per nuove succose filastrocche sghembe e sornione.

Rock’n’Roll alle dipendenze della musica d’autore questo è “Avocado”, un solo esteso urlo di distesa pazienza sotterranea, all’ombra delle due torri, in attesa di qualche lungimirante produttore. 

 

 

 

 

TRACKLIST

1. (come sempre) Hai vinto tu

2. Avocado

3. Se sei più fuori

4. Tutto ciò che non so dirti

5. Ruberai

6. Uomini di niente

7. Magari dopo le tre

8. Disco ultimatum

9. Solo risposte

10. Nude dune

11. La fuga

 

GUIDOS sono:

Guido Adragna: voce, chitarre acustiche ed elettriche, ukulele, rasoio elettrico

Matteo Cincopan: voce, chitarre acustiche ed elettriche, piano elettrico, organo, sint, bastone        della pioggia

Stefano Menghini: voce, basso, sint, banjo

Gaia Cesari: voce, batteria, bottiglie, porta

 

Articolo di: bianco

Grazie a: Guidos

Sul web: www.myspace.com/iguidos

TOP