GIARDINI DI MIRÒ – Rapsodia satanica (Santeria, 2014)

Scritto da  Domenica, 23 Novembre 2014 

I Giardini di Mirò con “Rapsodia satanica” seguono la via della ricerca e confermano la maturità artistica tanto attesa.

Genere: Post rock, musica per film
Voto: 8/10


Tutti conosciamo i Giardini di Mirò: ditemi quanti gruppi in Italia negli ultimi 15 anni, legati alle profondità del post rock, non hanno preso spunto da loro? Da “Rise and Fall of Academic Drifting” sono passati 13 anni. Jukka Reverberi si è inoltrato nei meandri della disco dando luce al progetto Crimea x in compagnia di Dj Rocca. Corrado Nuccini si è ritagliato uno spazio di tutto rispetto come solista e autore di colonne sonore del cinema indipendente italiano, inoltre ha collaborato e collabora con svariati musicisti, non ultimo il progetto con Emidio Clementi dei Massimo Volume “La ragione delle mani”.

Luca Di Mira con il moniker Pillow viaggia in ambienti glitch-pop. Attualmente, come Giardini di Mirò, sono impegnati in questa ricerca quasi parossistica della "parola": attraverso le immagini del cinema muto degli anni '20, fissano ciò che scorre, con lo stile musicale che li contraddistingue, segnano e delineano un linguaggio non scritto, senza "parole".

"Rapsodia satanica" è il secondo capitolo della visionaria ricerca dopo "Il fuoco", film muto del 1915 di Giovanni Pastrone, commissionato dal Museo del Cinema di Torino. "Rapsodia satanica" di Nino Oxilia, pellicola del 1917 che vede come protagonista la diva del cinema muto Lyda Borelli, rappresenta, in qualche modo, un nuovo inizio per i GDM: sigilla, se ancora non fosse chiaro, la maturità del gruppo emiliano. L'utilizzo dell'armonica, della chitarra acustica e di ritmi mantrici, fa sì che i brani proposti diano all'intero disco quasi un'aria arabeggiante. C’è poco da dire ancora: i Giardini di Mirò erano e restano sul gradino più alto della musica indipendente.

TRACKLIST:
01. I
02. III
03. VII
04. XIII
05. XVII
06. XXI

GIARDINI DI MIRÒ sono:
- Jukka Reverberi: chitarra, basso, elettronica, armonica, voci
- Corrado Nuccini: chitarra, elettronica
- Emanuele Reverberi: violino, tromba, saz, campane
- Luca di Mira: pianoforte, tastiere
- Andrea Mancin: batteria
- Lorenzo Cattalani: batteria
- Mirko Venturelli: basso

Articolo di: Giuseppe Bianco
Grazie a: Unomundo
Sul web: giardinidimiro.com

TOP