GABEN - Vado (Vina Records, 2016)

Scritto da  Lunedì, 03 Ottobre 2016 

“Vado” è il secondo lavoro di Alessandro Gabini, in arte Gaben

Genere: Musica d’autore, elettro pop, indie pop
Voto: 8,5/10


“Vado” è il secondo lavoro di Alessandro Gabini, in arte Gaben, pubblicato dall’etichetta indipendente Vina Records. I suo percorso artistico, distribuito su ormai vent’anni di carriera risulta di tutto rispetto: dal suo esordio come bassista nei Giuliodorme fino alle collaborazioni con Cristina Donà, Violante Placido e Mauro Ermanno Giovanardi. Tanta roba insomma, un bagaglio artistico notevole che ha fornito a queste undici tracce una buona maturità stilistica e cosa non secondaria, una certa autonomia dalle mode del momento. Il suo cantautorato raccoglie i frutti maturati in questi anni e li utilizza con abilità, senza mai incappare nel problema di far emergere troppo il riferimento di partenza. Non è per nulla facile codificare lo stile di "Vado". Se proprio dovessi forzare un giudizio direi che in alcuni momenti sembrerebbe quasi di avvicinarsi al mondo di Rino Gaetano, con la differenza che in questo lavoro le sonorità e le sfumature rivestono un ruolo davvero rilevante.

Forse fin troppo rilevante, dal momento che tale scelta toglie qua e là quel senso di spontaneità che credo non dovrebbe mancare in ogni cantautore. A riportare l’ordine naturale delle cose ci pensano comunque i testi, visionari e spessi formati da concetti slegati tra loro. Al mio orecchio suonano particolarmente bene brani come “Slegati”, l’emozionante “Le Persone” e il brano forse più distaccato dal resto della produzione, ovvero “Superficie”, capace di mantenere intatte le caratteristiche citate in precedenza pur muovendosi attraverso territori decisamente più modaioli. La chiusura del disco è affidata a due episodi che sembrano quasi voler lasciare aperte le porte a qualcosa che arriverà in tempi relativamente ridotti (“Vado” e “Tutto Liscio”), senza tuttavia specificare nulla o fornire indicazioni a riguardo. Non saprei a chi consigliare l’opera prima di Gaben. Questo perché mi spiacerebbe che un ascoltatore distratto cadesse nell’errore di fraintendere la leggerezza con la banalità, l’ironia con la frivolezza e via discorrendo. Se pensate di essere in grado di non incappare in simili tentazioni allora siete pronti per affrontare questa nuova avventura.


TRACKLIST:
1. Niente Paura
2. Astensione
3. Tutto Gratis
4. Tutto Strano
5. Buongiorno
6. Slegati
7. Le Persone
8. Programmazione
9. Superficie
10. Vado
11. Tutto Liscio


Articolo di: Carlo Raviola
Sul web: facebook.com/GABEN-289163627772595

Carlo Raviola

Nato a Mondovì (Cuneo) il 31-03-75, Ariete purosangue. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Storico, sono Giornalista pubblicista con numerose esperienze alle spalle, non solo in ambito musicale. Tanti lavori nel mio CV, l'unico stabile è sempre rimasto quello del musicista, attività che pratico professionalmente da ormai 15 anni. Bassista e poco chitarrista, collaboro inoltre con alcune associazioni che si occupano di diffondere e divulgare musica.




Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP