FANTASMI - Fantasmi (Bravo Dischi, 2014)

Scritto da  Mercoledì, 15 Aprile 2015 

Fantasmi: una vena malinconica e sognante immersa in tanto fragore rock.

Genere: Rock
Voto: 7,8/10


I Fantasmi si chiamano nella maniera giusta visto che su Internet faccio fatica a capire chi suona cosa in questo cd dai tratti profondi e interessanti. Pur nel mistero di cui è avvolto il gruppo, capisco che alla voce c'è il talentuoso Alessandro Lepre Gnerre, già vocalist di altri gruppi della zona romana. Ma la cosa non mi riguarda, sono qui a scrivere dei Fantasmi e del loro album omonimo, non tanto del loro passato.

In questo lavoro scopro la vena malinconica e sognante di Lepre e mi ci tuffo dentro. I Fantasmi iniziano alla grandissima con due brani da favola: "L'amore" e "Kimi". Ma anche "Notte" con almeno un minuto e mezzo di sola musica prima che inizi a cantare qualcuno, "Bianca" e "Cheesecake" hanno quella personalità che lascia intendere una matura voglia e capacità comunicativa. A parte le due ultime tracce, Fantasmi è uno scrigno di tesori melodici, un luogo dove il rock e il punk sono stratagemmi, metodi espressivi apparentemente duri ma in realtà ben controllati per arrangiare pensieri talmente romantici che non sfigurerebbero in repertori di artisti italiani già famosi. La maestria dei Nostri sta proprio nel mischiare le medesime sensazioni "anema e core" tipiche del bel canto italiano con suoni che si rifanno sfacciatamente a stilemi americani e inglesi. Dietro la loro porta echeggiano i colori e i sapori degli Smashing Pumpkins, per citare qualcuno.

L'accidia involontaria del cantante, il cui tono sofferto trasmette senza filtri la difficoltà emotiva del mettersi a nudo di fronte al pubblico (tanto che in un live avrei paura che mi tirasse il microfono addosso e urlasse: “Cantatela da solo, spione”), mi fa sentire ancora di più la vitalità dei brani. E così, tra una chitarra elettrica semplice semplice, una melodia immediata e tanto fragore rock, ci si lascia trasportare nel mondo di tristezza e rimpianto dei Fantasmi. Forse l'unica mancanza che gli si può attribuire è quella relativa ai testi, sempre misteriosi e poco chiari, adatti a belle frasi che emergono improvvise più che a un racconto dalla struttura lineare. Ma non importa. Finché faranno brani come "Kimi", possono scrivere come vogliono.


TRACKLIST:
01. L'amore
02. Kimi
03. Le nostre vite
04. Notte
05. Bianca
06. L'ultima febbre romantica
07. Cheesecake
08. Sogno americano
09. All'uscita del circo


FANTASMI sono:
- Alessandro Lepre Gnerre: chitarra, voce
- Manuel Tevar Sanguigni: basso
- Francesco Polverini
- Gabriele Carunchio
- Marco Proietti

Hanno suonato
- Andrea Bucci: batteria
- Fabio Grande
- Mattia Castagna


Articolo di: José Leaci
Grazie a: Bravo dischi
Sul web: facebook.com/fantasmiband

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP