FABIO BIALE – La sostenibile essenza della leggera (Prestigi Recording, 2013)

Scritto da  Domenica, 06 Luglio 2014 

Folk, swing e rock, con dolci note di violino e sassofono, chitarre e organo a fondersi in armonia e delicatezza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Ne viene fuori un bel disco d’esordio del violinista e polistrumentista Fabio Biale. “La sostenibile essenza della leggera” è un album ben suonato e soprattutto ben cantato. Orecchiabili tutte le tracce. Dieci storie magistralmente raccontate tra amore, sentimenti ed emozioni, storie di tutti i giorni.


Genere: jazz, folk
Voto: 7/10


TRACKLIST
1. al mio funerale
2. gesti
3. il fiore non colto
4. canzone d’amore per un nonno addormentato
5. emily (messa in musica di una poesia di Emily Bronte)
6. ema
7. psycho killer (cover in italiano della originale dei Talking Heads)
8. il mio amico matto
9. d.c.
10. a zonzo


Fabio Biale: voce, chitarra, violino, sega, cucchiai, organo, tastiere
HANNO SUONATO NEL DISCO:
Davide Medicina: basso
Marco Fuliano: batteria
Stefano Riggi: sassofono tenore
Max Vigilante: honky tonk piano
Daniele Franchi: chitarra
Alessio Caorsi: chitarra
Stefano Cecchi: programmazione, loop
Stefano Ronchi: chitarra

 

Grazie a: Ufficio stampa – F. Biale
Sul web: www.facebook.com/fabiobiale


Articolo di: Eugenio Iannetta

 

Eugenio Iannetta

Ore 19 circa, domenica 26 ottobre 1975…un vagito riecheggia in tutto il complesso ospedaliero, sono nato io. Finalmente il mondo può avere il suo punto di riferimento. Ben presto, però, il mondo deciderà di cercare il suo punto di riferimento altrove. Cresciuto a pane e Vasco, ho tentato la carriera musicale, ma il giorno che stavo andando a comprare una chitarra c’era sciopero dei mezzi pubblici, e allora ho deciso che era un segno del destino che non dovessi diventare un musicista… ed ho iniziato a distruggere autobus in giro per la città. Ora collaboro con dei ragazzi fantastici (adesso parlo seriamente), che mi hanno accolto benissimo. Scrivo recensioni musicali, mi piace, mi diverto e va bene, va bene così. Il mio amore per la musica si manifesta maggiormente nel festival che organizzo, insieme ad altri miei amici, ogni anno (www.liveattack.it) e che mi da tante soddisfazioni. Nato sotto il segno dello Scorpione, sono testardo, sincero, romantico e amante passionale. Cerco l’occasione di diventare ricco sfondato e invidiato da tutti. Spero di riuscire a comprare una Ferrari 360 Maranello nel giro di un paio di anni perchè sembra che ci sia ancora sciopero dei mezzi pubblici.




TOP