EX-OTAGO - Mezze stagioni (Autoproduzione Condivisa, 2011)

Scritto da  Giovanni Villani Martedì, 05 Aprile 2011 

EX-OTAGO - Mezze stagioni cdGli Ex-Otago, alfieri del pop verace, presentano "Mezze Stagioni", terzo lavoro prodotto per e con i fan in prima persona. Un unicum in Italia che fa pensare.

 

 

 

Genere: Pop

Voto: 7/10

Ascolta anche: Kings of Convenience, Vittorio Pagano, Alex Britti

 

Sarà la primavera ed il sole che torna a scaldare ma le canzoni, ed in particolare la chitarra, degli Ex-Otago hanno un sapore di mare. Mi spiego meglio: avete presente quella sensazione di spensieratezza e libertà che, abbassando il finestrino della macchina in corsa e mettendo il braccio fuori, ti restituisce il vento? Ondeggiare le mani seguendo la strada che corre via, quel fresco "sapore di sale" che produce un’incontrollabile euforia? Ecco quello.

Le fresche melodie del gruppo genovese sono l’esempio lampante dell’efficacia della filosofia del semplice: "meno e meglio" diceva Sting (lo dice tutt'ora? Non credo). In effetti, la spontaneità degli Ex-Otago dimostra che non servono tante riprese, distorsioni, echi, delay, arrangiamenti computerizzati o altri fronzoli per incidere un'idea semplice in una canzone: voce, chitarra, batteria, una scarna pianolina e, perché no, qualche giochino a dar un tocco di (infantile) sperimentazione.

Nota curiosa, vi propongo questo esperimento: rallentando una loro qualsiasi canzone, otterrete musicalità nordiche, alla Kings of Convenience (con cui hanno il produttore in comune); invece accelerandoli, la presentissima chitarra produrrà suoni latino americani, tipo Inti Illimani (citati nel disco).

Esempi eccellenti, brani da ascoltare e gustare in loop sono la fantastica "Figli degli Hamburger" in cui con poche battute si descrive una generazione orrida ma, purtroppo, reale (“Noi, figli degli hamburger… capodanno tutti weekend e si festeggia col computer… abbronzatissimi a Novembre… se ti fai poche domande, avrai tutte le risposte… alba chiara dal finestrino nero”) e la fantastica cover di "Rhythm of the Night", super hit tunza tunza di Corona (non Fabrizio) che ha allietato, o ammorbato, l'estate del 1994; i Nostri l'hanno resa decisamente meno tamarra, melodiosa e delicata, perfetta da cantare su una spiaggia intorno ad un falò quest’estate.

Questi sono gli ingredienti di “Mezze Stagioni”; un prodotto intelligente, prodotto in modo altrettanto intelligente (perdonate il gioco di parole).

Forti dell'esperienza di tanti concerti in giro per l'Italia e desiderosi di una libertà sempre più rara nell'ambiente musicale, hanno chiesto una mano agli unici veri committenti: il loro pubblico. Gli Ex-Otago hanno dato l'opportunità al proprio pubblico di produrre il loro disco, offrendo in cambio un pacchetto esclusivo (cd in edizione limitata, maglietta, sconti ai concerti e molto altro) al costo di 25€. Una mossa a dir poco audace in un periodo di reale o presunta crisi generale e del settore musicale.

Potrebbe essere la ricetta vincente per risollevare le sorti delle case discografiche? Non di certo dei discografici (troppo potere in mano del pubblico fa paura) ma della Musica vera, quella con la M maiuscola, si.

Complimenti, quindi, agli Ex-Otago per la loro semplicità, per il loro coraggio e per il loro ultimo e valido lavoro “Mezze Stagioni”.

 

 

 

 

TRACKLIST

1. Patrizia

2. Una vita col riporto

3. Costa Rica

4. Marco corre

5. Figli degli hamburger

6. Ricominciamo da tre

7. Dentro la foresta

8. Holiday

9. Bar del Corso

10. Gli Ex-Otago e la Jaguar gialla

11. Dance A.M.

12. The Rhythm Of The Night

13. Una donna

 

EX-OTAGO sono:

Maurizio Carucci (voce, pianola)

Alberto Argentesi (pianola, voce, giocattoli)

Simone Bertuccini (chitarra, pianola)

Gabriele Floris (batteria e percussioni)

 

Articolo di: Giovanni Villani

Grazie a: Ufficio Stampa Lunatik

Sul web: www.ex-otago.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP