ELLA - Dentro (Moov/Libellula, 2017)

Scritto da  Giovedì, 13 Aprile 2017 

Il primo album della cantautrice torinese Ella, al secolo Eleonora Cappellutti, è "Dentro": un cd intimissimo e molto sentito

 

Genere: Elettropop
Voto: 6


Da che mondo è mondo è sempre stato difficilissimo, per i musicisti e/o per i cantanti cosiddetti emergenti, riuscire ad inserirsi con successo nel campo della musica leggera e pop, anche in Italia. Oggi, poi, risulta impossibile riuscire a far parte del superaffollato mondo della musica mainstream, per chi non ha i numeri e/o non riesce a proporre qualcosa che veramente si distingua rispetto alla moltitudine delle proposte discografiche che si riversano sul mercato discografico ogni anno. Da sempre, tra le cose che in campo artistico più contano vi sono la capacità di innovazione e l’unicità dell’opera d’arte. Ciò significa (la regola vale per tutti, anche per chi i numeri per farsi apprezzare li avrebbe) che non basta più scrivere delle buone canzoni per vedere apprezzati i propri sforzi artistici.

Riflessioni, quelle appena fatte, che tornano utili per dare una dimensione al primo album della cantautrice torinese Ella, al secolo Eleonora Cappellutti. "Dentro" è l’appropriato titolo di un cd intimissimo e molto sentito, composto da dieci brani che nel complesso determinano una durata di circa quaranta minuti di ascolto. Buona la voce, discreto il songwriting (riuscito anche il remake di "Cuore matto", brano che negli anni Sessanta, tutti lo ricorderanno, fu portato al successo da Little Tony), minimali ma efficaci gli arrangiamenti e le atmosfere generali di questo disco che si muove con spigliatezza tra sonorità irresistibilmente pop, acustiche ed elettroniche. Un prodotto ben confezionato, si direbbe.

Senonchè tutte le qualità del disco sembrano lambire il mare del già sentito e dell’ordinarietà e le canzoni (tranne quell’unica citata sopra, paradossalmente, nella quale si riesce ad apprezzare una certa tendenza all’innovazione) non riescono davvero a elevarsi rispetto agli standard medi che è possibile trovare in una miriade di altri dischi usciti in Italia in questi ultimi anni. Peccato.  


TRACKLIST:
1. Quando io e te saremo grandi
2. Grattacielo  
3. Come credere
4. Dentro
5. Cuore Matto
6. I tetti di Dakar
7. Domenica (Love In Translation)
8. Giugno
9. Ho smesso di fumare
10. Finché il vento soffierà

HANNO SUONATO:
- Ella: voce
- Andrea Nejrotti: piano e synth
- Mario Daudo: basso
- Federico Milella e Fabrizio Chiapello: chitarra
- Fabio Brunetti: batteria

Articolo di: Giovanni Graziano Manca
Grazie a: Libellula
Sul web: facebook.com/ellaofficialpage

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP