DISCLOSE - Eclipsed Vision (Lost Sound Rec, 2008)

Scritto da  Ilario Pisanu Lunedì, 02 Giugno 2008 

Anteprima. I modenesi Disclose compongono brani propri unendo i generi musicali d’estrazione di ogni componente del gruppo. Heavy, Prog, Nu Metal e Grunge convivono nello stesso disco. (in uscita il 12 Giugno 2008)

 

Genere: Heavy Metale/Prog/Nu Metal

Voto: 8/10

Ascolta anche: Korn

 

Il progetto Disclose nasce a Modena nel 2004. Dopo un Ep e tanti concerti, nel 2007 viene composto “Eclipsed Vision”, che dopo il contratto con la Lost Sound Rec, sarà pubblicato il 12 Giugno 2008.

L’intento (peraltro riuscito benissimo) dei Disclose è quello di comporre brani propri unendo i generi musicali d’estrazione di ogni componente del gruppo.

Ecco perché “Eclipsed Vision” è un meltin’pot di stili: pregressive metal, nu metal, grunge, hard rock.

“Eclipsed Vision”, come dichiarano gli stessi Disclose “vuole spronare la gente a dare maggior peso e importanza a tutto ciò che logora e distrugge questo mondo”.

La miscela esplosiva si accende con “The Small Garden”. La dicotomia hate/love si stende su tappeti infuriati di chitarre, alternati a momenti melodici ad effetto. “My Protection” dalla voce distorta e growl lascia posto a “No Eyes On My Face”, dall’appeal più spiccato e sfacciato. Brano che potrebbe benissimo passare in radio e in Tv. Ottimo.

I ritmi si fanno più serrati, provenienti dall’hard rock più classico, con “Shades Of Blindness” mentre il nu metal più classico viene fuori in “Touchin' My Ghosts”.

“Out Of Reality” è una furia prog, con batteria che mitraglia e Chitarre acide e fendenti.

Chiude “Ruinous Fall”.

L’idea di racchiudere più stili dentro uno stesso guscio può risultare un’arma a doppio taglio. Da un lato si può piacere a chi ama una commistione di stili o a chi scolta uno degli stili proposti. Dall’altro il disco può risultare troppo vario ed eterogeneo a chi invece ascolta solo uno dei generi proposti, poiché il sound è “inquinato” da altri stili.

In sintesi “Eclipsed Vision” è un buonissimo disco, che può davvero mettere d’accordo gli estimatori di vari generi musicali. Niente di innovativo, s’intenda, ma la stoffa c’è.

 

 

TRACKLIST

1. The Small Garden

2. My Protection

3. No Eyes On My Face

4. Shades Of Blindness

5. Touchin' My Ghosts

6. Emptiness

7. Out Of Reality

8. My Son

9. Your Milk Skin

10. Ruinous Fall

 

DISCLOSE sono:

M.V.: voce

Floyd: chitarra, voce

Matte: batteria

Gill: basso

 

Articolo di: Ilario Pisanu

Grazie a: Gatti Promotion

Sul web: MySpace

 

TOP