DECKARD - Noble Gases (T.A. Rock Records, 2014)

Scritto da  Venerdì, 05 Dicembre 2014 

Un concept Ep per il ritorno di Deckard, dedicato ai gas nobili, ovvero "Noble Gases", la cui struttura è stabile e semplice come quella delle tracce del disco.

Genere: Elettronica
Voto: 7/10


Elio, neon, argo, kripton, xenon, radon: per gli amici sono i gas nobili. Ovvero i "Noble Gases" che hanno ispirato l'ultimo Ep di Deckard: per gli amici Beppe Massara. Il musicista elettronico, producer e sound designer torna con un nuovo concept a quattro anni dall'album di esordio, datato 2010, "Bit Bullets". E la scelta "chimica" del soggetto di questo disco nasce dalla ricerca di una struttura stabile, propria tanto dei gas nobili quanto delle tracce di questo lavoro.

Le sonorità, pur non disdegnando gli strumenti suonati (si vedano le collaborazioni di Alberto Fiori, Francesco Guerri e Carolina Pintos in "Helium", "Neon" e "Krypton"), prediligono i looponi spessi e sporchi, alla Super Mario. O alla Guy Sigsworth, si parva licet. Del resto, è lo stesso autore a denunciare una (meritevolissima) ispirazione tratta dal sound elettronico anni '90.

Rispetto alle sue opere precedenti, dunque, Deckard si è evoluto nella direzione della semplicità della struttura, su cui si innestano tutti i suoi synth analogici, i glitches e i campionamenti. D'altra parte, Massara dimostra di fare ancora fatica a distaccarsi dallo stile dei suoi maestri e a trovare una strada personale. Per il momento, comunque, ci godiamo i piacevoli viaggi che ci propone nelle atmosfere oscure e futuribili di questo Ep.


TRACKLIST:
01. Helium
02. Neon
03. Argon
04. Krypton
05. Xenon
06. Radon


Hanno suonato:
- Alberto Fiori: wurlitzer
- Francesco Guerri: violoncello
- Carolina Pintos: voci


Articolo di: Fabrizio Corgnati
Grazie a: T.A. Rock Records
Sul web: facebook.com/deckardelectronic

TOP