CARA - Non guardarmi (Autoproduzione, 2015)

Scritto da  Lunedì, 26 Ottobre 2015 

"Non guardarmi" di Cara: un piccolo carillon, una scatola di suoni segreti, custoditi con cura

Genere: Rock, Pop
Voto: 7.5/10

Questa ragazza ha voglia di essere cullata, di vivere in un sogno, di essere felice. Me ne accorgo dalla tristezza del suo canto, dalla languida pulsazione delle sue musiche, dalle cantilenanti canzoni che sono poche ma sono molto precise nel contornare e descrivere l'animo della nostra interprete in oggetto. L'Ep "Non guardarmi" è un po' difficile. Almeno: il mio lato adolescenziale lo ritiene tale per i pochi guizzi concessi, il poco brio, dovesse mai, mi dico, suscitare un qualche sorriso tra il pubblico. Molto "Dido" e serietà, vibrazioni piombo rock e liriche, discorsi che per capirli devi mettere le cuffie e seguirla con avido interesse mentre lei si attorciglia al suo se stesso pensante.

Eppure io il talento lo sento. In quattro poche ma ben scelte tracce troviamo il rock, la malinconia, la caparbietà tramutata in canto ipnotico, mai gridato, consapevole e a volte amoroso. Oltre alla splendida "Big Bang", dove una sillaba apparentemente innocua ci accende e ci lancia nello spazio infinito, vale la pena di ascoltare tutto il disco. "Non guardarmi" è come un piccolo carillon, una scatola di suoni segreti, custoditi con cura. La apriamo per trovare un'artista che usa il rock per trafiggere la timidezza, per diffondere il suo gusto raffinato e cantare il libertà la sua parte migliore. Piccolo Ep ma grande arte.


TRACKLIST:
1. Non guardarmi
2. La realtà
3. Big Bang
4. Solo per un attimo


Articolo di: José Leaci
Grazie a: Volume Up
Sul web: https://www.facebook.com/CARAufficiale

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP