BLOOM 06 - Crash Test 02 (Blue Boys, 2008)

Scritto da  Giovedì, 11 Settembre 2008 

Esce il secondo capitolo della saga Bloom 06. “Crash Test 02” segue di due anni il debut album “Crash Test 01”. Maury e Jeffrey (2/3 dei mitici Eiffel 65) tornano sui passi della dance anni ’90, allentando la presa sull’elettronica cupa anni ’80 che ha caratterizzato il loro precedente lavoro.

 

Genere: Dance/Pop/Electronica

Voto: 6/10

Ascolta anche: Eiffel 65

 

Dopo vari rinvii esce il secondo capitolo della saga Bloom 06. “Crash Test 02” segue di due anni il debut album “Crash Test 01”. Maury e Jeffrey (2/3 dei mitici Eiffel 65) tornano sui passi della dance anni ’90, mollando la presa sull’elettronica cupa anni ’80 stile Depeche Mode che ha caratterizzato il loro precedente lavoro.

“Crash Test 02” ricicla fondamentalmente le idee messe in atto con gli Eiffel 65 e i suoni presenti nel precedente disco, aggiungendo delle basi più ballabili. L’attenzione certosina agli arrangiamenti compensa la mancanza di idee nei testi, che cercano di spiazzare l’ascoltatore. E’ per questo che “Un’altra come te” è stata scelta come primo singolo. Un testo politicamente scorretto e il finale a sorpresa del videoclip non riescono a sollevare le sorti di una canzone in cui strofe e ritornello fanno letteralmente a pugni. Sembra di ascoltare due canzoni diverse. Con un ritornello diverso avrei gridato al miracolo.

“Crash Test 02” in compenso contiene altre tracce di maggior interesse. Come sempre il Bloom 06 hanno usato la lingua italiana e quella inglese. Sul versante italiano abbiamo 3 tracce, tra cui “Anche solo per un attimo” (con influenze fortissime Eiffel 65) e la conclusiva e mesmerica “Nel buio tra di noi”, il miglior pezzo in italiano: “Nel buio tra di noi, la tua mano che ancora mi cerca… Nel buio tra di noi, il tuo sguardo che tace”.

Sul versante inglese abbiamo “Between The Lines” che pompa a più non posso e “Welcome To The Zoo”, troppo appiccicaticcia nei passaggi vocali.

La traccia 4 è uno degli episodi migliori del disco: “Fall” riesce a stupire con un ritmo cadenzato e uso massiccio di elettronica. Magica e sensuale: “In order to rise we’ve gotta fall…”.

Anche la seguente “Here We Are”, che fa ballare dal primo all’ultimo secondo, è un brano affascinate, candidato a sicuro singolo: “Here we are shining stars/ we’re glowing in the dark”.

Ritmi cupi e magici si respirano in “In Your Eyes”, mentre l’ironica “You’re Amazing” è sempre fedele alla linea dance adottata per questo lavoro: “You’re amazing when you walk/ Amazing when you talk/ Amazing when you sleep and amazing when you work/ Amazing when you trip/ Amazing when you scream/ Your amazing like the amazing things you dream”.

“Crash Test 02” in sintesi non aggiunge nulla alla produzione Eiffel 65/Bloom 06. Purtroppo Maury e Jeffrey devono fare i conti con lo schiacciante paragone che si porteranno dietro. Il disco è prodotto benissimo e arrangiato in maniera eccelsa, questo è indubbio. Ma non ci sono idee nuove, non ci sono spunti, non ci sono canzoni che varrà la pena, un giorno, di ricordare. Peccato, perché i due sono davvero molto bravi.

 

 

 

TRACKLIST

1. Between The Lines

2. Anche solo per un attimo

3. Welcome To The Zoo

4. Fall

5. Here We Are

6. Un’altra come te

7. In Your Eyes

8. Reaching For The Stars

9. You're Amazing

10. Nel buio tra di noi

 

Video Un'altra come te

 

 

 

BLOOM 06 sono:

Maurizio “Maury” Lobina

Gianfranco “Jeffrey” Randone

 

Articolo di: Ilario Pisanu

Sul web: MySpace - bloom06.com

 

TOP